Stadio San Paolo, arriva il sì per la convenzione



stadio

Dopo settimane di polemiche, accuse e liti il sindaco De Magistris e il presidente della S.S.C Napoli De Laurentiis trovano finalmente un accordo per gestire lo stadio San Paolo

E’ stata approvata dal comune di Napoli, grazie ad un maxi-emendamento, la convenzione ponte per lo stadio San Paolo. L’accordo tra le parti prevede l’aumento dell’affitto dell’impianto ammontare a circa 780mila euro con la tariffa sulla pubblicità che sale a 3500 euro ed i mezzi pubblici delle gare giocate in notturna, di cui si farà carico la società con ulteriori 5mila euro. Saranno destinati anche dei tagliandi per le gare casalinghe ai ragazzi delle scuole e per le classi più bisognose (ma è da stabilire ancora il criterio di selezione).

stadio
Dopo settimane di polemiche, accuse e liti il sindaco De Magistris e il presidente della S.S.C Napoli De Laurentiis trovano finalmente un accordo per gestire lo stadio San Paolo

Poche ore prima dell’accordo ufficiale era intervenuto, ai microfoni di Kiss Kiss Napoli, il Sindaco De Magistris, che si diceva fiducioso del buon esito della trattativa: “Convenzione ponte? Siamo in pieno consiglio comunale, contiamo di chiudere entro questa sera, chiuderemo con l’approvazione della delibera. Incedibilità dei tagliandi? Io sono contro tutti i privilegi, deve finire questa storia del biglietto che poi può essere ceduto. Le tribune autorità ci sono da tanti anni, se qualcuno decide di eliminarle non mi opporrò”.

A seguire le dichiarazioni di De Laurentiis sul sindaco De Magistris: “Sono contento per lui. Siamo due persone pe bene e non possiamo fare come cani e gatti. Capisco che si è trovato in un contesto politico difficile da gestire,ma ora può lavorare tranquilloper Napoli. Io, lui e De Luca possiamo fare tanto per la città”. 

Leggi anche