Pocho, il cagnolino scova droga alla conquista di Capri

pocho
Immagini Ansa

Si chiama Pocho il cagnolino del reparto cinofili che ha scovato una piantagione a Capri. Il fiuto del cane è l’arma delle forze dell’ordine

C’è un nuovo eroe in città e si chiama Pocho. A dispetto del nome un po’ datato, il cucciolotto, un piccolo Jack Russel è il cane antidroga che ha scoperto, a Capri, una piantagione di marijuana oltre a 40 grammi nascosti sull’isola.

Il cane proviene dal reparto cinofili della Questura di Napoli. Un weekend di fuoco per il piccolo cagnolino che insieme ai suoi colleghi umani guidati dal vicequestore Maria Edvige Strina, sono stati impegnati in una serie di controlli sull’isola napoletana. Non solo, i controlli sono poi proseguiti sul versante Anacapri rastrellando metro per metro tutta l’isola.

Pocho ha anche contribuito in questo periodo al contrasto al traffico di stupefacenti in altre zone della città, parliamo di quartieri difficilissimi come Scampia, Ponticelli e Barra, a ridosso del centro.

Immagini Ansa.