Licola: inquinamento delle acque ben oltre il limite consentito



licola
Per l'immagine si ringrazia Arpa Campania

A Licola il mare pulito è un miraggio. Numero dei batteri oltrepassa il limite consentito dalla legge, ma non scatta il divieto

Il mare di Licola è inquinato. I nuovi rilevamenti dell’Arpac mostrano come il litorale sia quasi del tutto zona off-limits per la balneazione.

La concentrazione di batteri fecali è ormai ben oltre la soglia limite consentita dalla legge e la situazione sembra addirittura peggiorata rispetto ai mesi precedenti.

L’errore più comune che si fa, infatti, è giudicare la balneabilità delle acque in base a ciò che l’occhio umano è capace di “vedere” e stiamo parlando dei classici rifiuti umani dispersi per negligenza dai bagnanti o emessi dagli scarichi fognari della zona.

Il problema è proprio ciò che non è visibile all’occhio umano.

Parliamo dei due parametri tenuti in considerazione dall’Arpac che sono l’ Escherichia coli ed Enterococchi intestinali,  batteri molto pericolosi per la salute umana.

Sintomi dell’Escherichia coli e degli enterococchi

Comunemente chiamata anche E.Coli, l’escherichia provoca alcuni sintomi come:

  • diarrea, anche con sanguinamenti;
  • crampi addominali;
  • nausea e vomito;
  • febbre;
  • aumento della frequenza degli atti respiratori;
  • brividi;
  • ipotensione.

Le aree interessate possono essere consultate direttamente dal sito dell’Arpac.

licola

Clicca qui

 

Leggi anche