Sgarbi espulso dalla Camera e portato via di forza

Vittorio Sgarbi viene espulso dalla Camera dei Deputati. Il politico non volendo lasciare l’aula di Montecitorio viene portato via di peso

Roma – Vittorio Sgarbi si è reso protagonista ancora una volta con il suo modo di fare e agire. Nel primo pomeriggio a Montecitorio il critico d’arte e politico è stato espulso dalla Camera dei Deputati. Non volendo lasciare l’aula di Montecitorio Sgarbi è stato poi portato via di peso.

L’accaduto

Il tutto è cominciato con un suo intervento rivolto al ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede:‘Che un criminale delinqua è normale, che lo faccia un magistrato è un terremoto istituzionale. Dopo le inaudite dichiarazioni contro di lei di un magistrato del Csm, dopo le inaudite dichiarazioni di Palamara contro l’onorevole Salvini, dobbiamo aprire una commissione di inchiesta contro la criminalità di magistrati che fanno l’opposto del loro lavoro, peggio dei criminali. “Palamaropoli”».

Queste sono state parole che hanno suscitato pensieri differenti. Se da una parte, buona parte dell’Aula avevano accolto queste parole di Vittorio Sgarbi con degli applausi, dall’altra ha suscitato la critica da parte del magistrato di Forza Italia Giusi Bartolozzi. La politica si è detta inorridita nel sentire da un collega che la magistratura tutta è mafiosa.

Sgarbi ha da parte sua replicato con: ”Non era tutta, Francesco Cossiga aveva definito l’Anm un’associazione mafiosa”. Alzando particolarmente il tono della voce e dopo innumerevoli richiami da parte del vicepresidente della camera Mara Carfagna, l’onorevole è stato invitato ad abbandonare l’Aula.

«L’onorevole Sgarbi ha pronunciato parole irripetibili nei confronti dell’onorevole Bartolozzi e anche della presidenza. In quest’Aula il rispetto reciproco penso che sia dovuto. Non dico soprattutto quando si tratta di una donna, però ascoltare in quest’Aula degli insulti e delle offese ripetute nei confronti di una donna, credo che sia inaccettabile e credo che tutta l’Aula dovrebbe unirsi alla solidarietà nei confronti dell’onorevole Bartolozzi. Per quanto riguarda le parole pronunciate nei confronti dei magistrati, l’onorevole Sgarbi se ne assume la responsabilità, non c’è da parte della presidenza il dovere di stigmatizzarle”.

Con queste parole Mara Carfagna tra gli applausi unanimi ha invitato Sgarbi ad abbandonare l’Emiciclo. Sottolineando che l’uomo abbia trasformato l’Aula di Montecitorio in uno show.

Espulso dalla vicepresidente Carfagna, Vittorio Sgarbi non volendo lasciare la Camera è stato sollevato di peso da quattro commessi, che due per le gambe e due per le braccia, lo hanno portato fuori.

Non perdere nessuna notizia, seguici sulla nostra pagina Facebook NAPOLI. ZON. Resti aggiornato ogni giorno sulle ultime notizie di cronaca, politica, attualità, eventi, SSC NAPOLI, cultura e curiosità. CLICCANDO QUI.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: CORONAVIRUS MONDRAGONE, SALVINI IN NAPOLETANO:”DE LUCA PIATT VACANT”