12 Settembre 2022

Rissa al bar di Posillipo, ferito un giovane paziente oncologico

Rissa al bar di Posillipo: scoppia una lite per futili motivi e un giovane paziente oncologico viene massacrato a calci e pugni

Rissa al bar di Posillipo

Rissa al bar di Posillipo – La Polizia di Stato sta indagando sulla violenta lite scoppiata venerdì sera (02 settembre 2022) intorno alle 22 davanti al Gran Caffè Cimmino, famoso locale di Via Petrarca, nel quartiere Posillipo.

Stando alle prime ricostruzioni, la rissa al bar di Posillipo sarebbe scoppiata per futili motivi: un gruppo di ragazzi avrebbe fatto una serie di apprezzamenti pesanti nei confronti di una ragazza che si trovava in compagnia del suo fidanzato e del giovane ferito, un 28enne affetto da una patologia oncologica alla testa, un ragazzo perbene figlio di un noto imprenditore nel settore delle palestre.

Il fidanzato avrebbe risposto e da lì sarebbe nata una discussione tra i gruppetti, sfociata poi in rissa. A quel punto, nel tentativo di placare gli animi, sarebbe intervenuto l’amico, il quale però non ha sortito l’effetto desiderato; al contrario, è stato picchiato selvaggiamente da un branco di 5-6 persone che lo hanno colpito brutalmente con calci e pugni, proprio alla testa, dove qualche anno fa aveva subito un delicato intervento chirurgico.

Il 28ennne è stato ricoverato per trauma cranico all’Ospedale Cardarelli in prognosi riservata per 48 ore. Solo ieri (domenica 11 settembre 2022), la vittima è stata dichiarata fuori pericolo di vita.

Sul posto della rissa al bar di Posillipo sono giunti gli agenti del locale Commissariato che hanno fatto i dovuti prelievi e hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza per cercare di ricostruire le dinamiche dell’accaduto e identificare gli aggressori, fuggiti in scooter grazie all’intervento di due coraggiose ragazze.

La rissa al bar di Posillipo è stata portata alla luce dal Consigliere regionale dei Moderati, Pasquale Di Faenza, che in un post sulla sua pagina Facebook ha commentato il fatto come “vergognoso e preoccupante”, rimarcando la necessità di aumentare i presidi delle forze dell’ordine nei luoghi della movida.

Fonte: IL MATTINO.it

Potrebbe interessarti leggere anche : Rissa a Lauro: un giovane è in ospedale