PSG-NAPOLI, 2-2. Un pareggio che sta stretto agli azzurri di Ancelotti



PSG-NAPOLI
Per l'immagine si ringrazia SSCN

PSG-NAPOLI, 2-2. Un pari che lascia qualche rammarico agli azzurri di Carlo Ancelotti. Sontuoso Allan. Ottimi Insigne e Mertens

PSG-NAPOLI – Finisce con il risultato di 2-2, il match del Parco dei Principi.

Un risultato per cui la tifoseria partenopea avrebbe messo la firma, prima del fischio di inizio.

Ed invece i 95′ disputati a Parigi hanno raccontato ben altro.

Hanno raccontato di un Napoli stratosferico: ordinato, pulito, attento e cinico.

Un Napoli che, dopo i primi 15′ del primo tempo, ha preso possesso del campo, dettando ritmi di gioco e creando non pochi problemi alla non sempre attentissima difesa parigina.

Benissimo il duo Mertens-Insigne, che spesso mette in difficoltà la retroguardia del PSG, addirittura commovente Allan, autore della sua migliore stagione in carriera.

Ed, infatti, è proprio il Napoli a sbloccarla con una strepitosa intuizione del 24 di Frattamaggiore, che mette a segno un gran gol, su cui nulla può Areola.

Il primo tempo di PSG-NAPOLI si chiude sul risultato provvisorio di 0-1, vantaggio meritatissimo del Napoli.

Il PSG sembra dover riavvolgere i fili di una gara che probabilmente si aspettava diversa, ed infatti al rientro in campo i parigini si riuniscono in un capannello a darsi sostegno ed incoraggiarsi.

Il secondo tempo vede un PSG più attento e concreto, meno incline alla tendenza a specchiarsi nelle giocate dei singoli.

I parigini sfoderano un 3-4-3 più aggressivo e mettono in difficoltà la formazione partenopea con un pressing più alto, che induce spesso il Napoli all’errore.

E dopo 25′ arriva il pareggio con una sfortunata autorete di Mario Rui, che devia un tiro di Meunier, spiazzando Ospina.

Ma il Napoli non si perde d’animo: rimane attento, quadrato; ragiona su ogni pallone.

Sale in cattedra e giganteggia il solito, sontuoso Allan, che sfodera una delle sue prestazioni migliori in una stagione finora decisamente esaltante, per il centrocampista brasiliano.

Al 77′, su passaggio di Fabian, Mertens insacca in rete e riporta il Napoli, meritatamente, in vantaggio.

I minuti scivolano via tra alterne vicende: il Napoli va addirittura vicino alla terza rete, ma subisce la beffa proprio nel recupero (lunghissimo, ben 5 i minuti di recupero concessi dall’arbitro).

E’ Di Maria a regalare il gol del pareggio ed un punto oramai insperato al PSG.

Il Napoli esce dal rettangolo di gioco con qualche rammarico, ma anche con molte certezze in più.

La prova offerta contro i campioni del PSG è stata più che convincente.

Sugli scudi il solito, instancabile Allan, e gli autori dei gol, Insigne e Mertens, che hanno offerto una prestazione davvero convincente.

Qualche preoccupazione per Insigne, costretto ad uscire al 53′ dopo aver subìto un colpo.

Questa la classifica del gruppo C:

Liverpool in testa a 6 punti, seguito dal Napoli a quota 5, poi il PSG a 4 punti ed ultimo posto per la Stella Rossa, ferma all’unico punto rimediato contro il Napoli nella gara d’esordio del girone.

 

Leggi anche