Portici, le opposizioni avanzano proposte al Sindaco



Portici

Portici, le forze politiche di opposizione avanzano alcune proposte al Sindaco Cuomo in considerazione del particolare momento

Le forze politiche di opposizione al Comune di Portici hanno avanzato una proposta al Sindaco Cuomo e alla Giunta.

LEU, M5S, Verdi, Dema, PSI e la lista “Una scelta condivisa”, pur se impegnate con tutto il Consiglio comunale in un’attività di sostegno per le fasce deboli, in un documento dichiarano che non rinunciano al loro ruolo e propongono all’amministrazione alcune misure a beneficio dei cittadini.

Vari i campi di intervento, da attuare a Portici, tra cui Sicurezza, Commercio e Volontariato.
Per l’aspetto “Sicurezza” si chiede il pieno utilizzo della Protezione Civile che così potrebbe essere al sevizio della cittadinanza per fronteggiare questa crisi sanitaria e sociale.

Per il “Volontariato” si chiede di attivare e organizzare tutte le Associazioni presenti sul territorio per intensificare il sostegno agli anziani, garantendo agli stessi tutti i DPI previsti.

Il “Commercio”: nota dolente in questo particolare momento. Pur condividendo l’organizzazione, l’opposizione chiede un potenziamento del servizio a domicilio con adeguata pubblicizzazione dei recapiti ai quali rivolgersi. Inoltre, le forze politiche firmatarie chiedono alla Guardia di Finanza e ai VV.UU. che sia attivato un controllo dei prezzi al dettaglio.
Si è rappresentata anche la necessità di istituire un numero verde al quale i cittadini possano denunciare aumenti ingiustificati.

Infine, ma non ultima, la questione “strisce blu”: partendo dal presupposto che il contratto è scaduto, si chiede di prorogare sine die l’esenzione del ticket e internalizzare il servizio affidando alla Società Leucopetra la gestione. Le forze politiche, firmatarie del documento, sottolineano che il risparmio che si genererebbe permetterebbe di utilizzare le risorse a sostegno delle famiglie segnate dalla crisi sociale generatasi e alla riduzione della TARI.

Le interviste

Sulla questione abbiamo sentito il dott. Mazzone capogruppo LEU, il quale ci ha dichiarato: <<Queste sono alcune proposte che le forze di opposizione fanno all’amministrazione. Dai primi di marzo abbiamo modificato, oltre al nostro personale stile di vita, anche la consueta dialettica politica tra opposizione e maggioranza in città, mettendoci a disposizione esclusiva delle necessità della cittadinanza attraverso una collaborazione a 360° con tutti i consiglieri comunali ed il Sindaco. Oggi abbiamo avanzato alcune proposte che ci sembra opportuno adottare per fronteggiare questa crisi e tutelare i cittadini. È necessario coinvolgere nel sostegno ai cittadini in difficoltà tutte le strutture organizzate in forza all’ente, coinvilgere le associazioni pur tutelando la salute di ciascun volontario ed intervenire su servizi come quello delle strisce blu trasformandolo in opportunità d’aiuto alle famiglie porticesi.>> Poi aggiunge:<<È necessario, infine, controllare i prezzi della merce al dettaglio investendo le FF.OO. e la polizia commeciale di questo compito. Queste sono solo alcune delle proposte che l’opposizione mette al servizio della città, ne seguiranno delle altre durante questo periodo emergenziale>>.

Alle parole di Mazzone si aggiungono quelle dell’Ing. Caramiello per il M5S che alla nostra testata ha dichiarato: <<Il Movimento 5 stelle, rivendicando ancora oggi il suo ruolo di antisistema, in questa fase emergenziale insieme alle forze politiche di minoranza nella città della Reggia ha consegnato al Sindaco una serie di proposte fattive per aiutare i Porticesi. In questa fase non esistono squadre diverse ma soltanto la nazionale. Uniti in questa battaglia>>.

Leggi le notizie qui

Leggi anche