Portici, al Comune maggioranza ed opposizione ai ferri corti su Fb

Portici

Portici, ad un anno circa dall’insediamento della Giunta Cuomo proviamo a fare un bilancio delle attività messe in campo. Incontriamo il presidente della IV Commissione Antonio Bibiano

A poco meno di un anno dall’insediamento della Giunta Cuomo non si sono pacati i toni tra maggioranza e forze all’apposizione. Sulle rispettive pagine Fb – assurte a organi di informazione – le parti non si sono risparmiate in reciproche accuse.Cuomo

Dalla sua il Sindaco Vincenzo Cuomo ha tempestivamente informato sulle attività messe in campo dalla Giunta da lui guidata.

Tra le informazioni pubblicate a giugno il Sindaco, tra le altre cose, ha illustrato come il Comune risparmierà “oltre 10.000€ al mese” grazie all’impianto Fotovoltaico installato per i locali di Via Campitelli. Poi ha avuto modo di informare sull’avvenuta sottoscrizione del “Patto per la Sicurezza” a valere sui fondi PON che permetterà l’implementazione degli impianti di videosorveglianza e controllo del territorio.

Con l’intento di fare un punto sulla situazione, dopo un anno di attività, la nostra testata, a partire da quest’articolo, incontrerà gli esponenti delle varie forze politiche Porticesi resisi disponibili per un bilancio ad un anno dall’insediamento.

Il nostro primo incontro si è svolto con il Consigliere Antonio Bibiano, Presidente della IV Commissione consiliare “Attività Produttive”.Bibiano

L’intervista 

E’ trascorso più di un anno dalla nostra ultima intervista e meno di anno dall’insediamento della nuova Amministrazione Cuomo, che ha visto l’affermazione elettorale di molti giovani come lei. 
Sta tenendo fede all’impegno preso in campagna elettorale di devolvere una parte della sua indennità consiliare in beneficenza?  

Certo, sia perché, a differenza della vecchia politica politicante, prendo solo impegni che so di poter mantenere, sia perché mi piace l’idea di contribuire, seppur nel mio piccolo, a ricucire il rapporto di fiducia tra cittadini ed Istituzioni, anche attraverso piccoli gesti simbolici come questo.
Al momento ho devoluto una parte della mia indennità consiliare al comitato di Portici della C.R.I., per l’acquisto di un defibrillatore di ultima generazione, e ad un’associazione culturale no-profit porticese per la promozione di itinerari turistici atti a rilanciare l’immagine di una cittadina tanto piccola quanto ricca di storia come la nostra. Ma resto in attesa di altri progetti mirati e di rilievo socio-culturale utili alla crescita materiale e spirituale della nostra comunità, da poter sostenere, in alternativa alla beneficenza sic et simpliciter.

In questo anno quali sono state le proposte e le azioni che lei come Consigliere, prima, e come Presidente della Commissione Attività Produttive, poi, a messo in campo?

Preliminarmente, mi corre l’obbligo di sottolineare e chiarire che la legge attribuisce all’Organo consiliare una funzione di indirizzo e di controllo, mentre alla Giunta ed agli uffici comunali funzioni, rispettivamente, esecutive e di gestione.
Ciò posto, nei limiti del raggio d’azione in cui l’ordinamento ci consente di muoverci, la Commissione Consiliare che presiedo ha, tra le altre cose: richiesto ed ottenuto risorse per l’installazione di attrezzature ginniche e legate allo svago nei parchi urbani per rendere questi ultimi ancora più vivibili; promosso ed attuato un maggiore e più frequente confronto con le realtà associative presenti sul territorio; indicato e sollecitato l’individuazione di nuove aree di sosta per le auto – come quella antistante la scuola primaria sita nel Viale Bernini –  e di un nuovo “piano parcheggi” per migliorare la qualità della vita di cittadini e delle attività produttive; richiesto agli organi competenti la promozione di eventi culturali ed itinerari turistici.
Come singolo Consigliere Comunale e con il fondamentale supporto della maggioranza tutta a partire dal mio gruppo consiliare del PD, poi, ho avanzato delle proposte in Consiglio Comunale, sotto forma di o.d.g. Come l’installazione, presso Piazza San Pasquale, di una targa celebrativa della prima linea ferroviaria d’Italia “Napoli-Portici”, nonché di una riproduzione della prima locomotiva d’Italia, la Bayard, e di punti informativi. inoltre, penso anche all’intitolazione del Palazzetto dello Sport, ad oggi orfano di nome, al giovane concittadino Claudio Taglialatela, noto amante della vita e dello sport, morto prematuramente per mano della criminalità.

E’ soddisfatto del lavoro svolto fino ad ora? 

Penso che a causa di innegabili ostacoli di natura finanziaria, organica e strutturale, la strada sia ancora lunga ed in salita, ma che sia sicuramente quella giusta. Prima ho citato solo alcuni dei tanti passi avanti mossi nel campo della cultura, della legalità, dell’associazionismo e dell’identità.

A chi va’ il merito? 

Un gigante, non di un partito ma della politica tutta, come Enrico Berlinguer disse che: “Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno“. Ecco, io credo che il merito sia da attribuire al gioco di squadra, in cui ho sempre creduto molto. Nel caso di specie, in particolare, da un lato all’immissione di energie giovani e fresche all’interno dell’Amministrazione Comunale e dall’altro all’esperienza ed alla capacità, su tutti, del Sindaco Vincenzo Cuomo, che si sta riconfermando uno dei migliori amministratori locali del Paese.