24 Novembre 2022

Pompei pecore negli Scavi per mantenere puliti gli spazi verdi

Pompei pecore negli Scavi per mantenere puliti gli spazi verdi: al via il progetto sperimentale per salvaguardare l'ambiente

Pompei pecore negli Scavi

Pompei pecore negli Scavi – Uno dei siti archeologici più importanti d’Italia si apre alla problematica della sostenibilità, abbracciando un progetto sperimentale per attività di Eco pascolo di ovini.

Per la durata di 9 mesi gli spazi verdi ancora non scavati del Parco archeologico di Pompei diventeranno terreno di pascolo per 150 pecore che se ne “prenderanno cura”, tenendo sotto controllo la crescita della vegetazione e concimando naturalmente il terreno.

Un escamotage ecosostenibile che preserverà l’area ancora dismessa nel pieno rispetto delle sue caratteristiche naturalistiche e senza alcun consumo, dunque, senza spese per l’amministrazione.

Pompei pecore negli Scavi – Un progetto ambizioso e innovativo che si proietta nel futuro agganciandosi a pratiche del passato e a risorse naturali, come ha sottolineato il Direttore del Parco Archeologico Gabriel Zuchtriegel: “Pompei, attraverso il recupero della più antica ed efficiente tecnologia di tradizione, la “Natura”, affronta in maniera sostenibile la gestione e manutenzione degli spazi verdi del sito“.

Si tratta di un metodo alternativo ed efficace che sfrutta la capacità dei greggi di ripulire e bonificare i prati a costo e inquinamento zero, dal momento che le pecore non necessitano di energia elettrica quanto un macchinario. Tagliando l’erba in maniera industriale, infatti, si producono nuovi rifiuti da smaltire; invece, impiegando le pecore, che riciclano l’erba masticata fertilizzando il prato, non solo si elimina il problema, ma si assicura una maggiore copertura da allagamenti e siccità e si evita l’impiego di erbicidi.

Il Parco Archeologico di Pompei in Campania si dimostra per l’ennesima volta molto sensibile alla tematica ambientale. Tante sono state negli anni le iniziative green intraprese che fanno capo al più ampio progetto di “Azienda Agricola Pompei” che si sta mettendo in campo: dal programma di imboschimento con Arbolia, ai progetti di agricoltura sociale con la raccolta della frutta a cura di bambini e adolescenti con disabilità e autismi, alla gestione e coltivazione degli ulivi e produzione d’olio in collaborazione con Unaprol e Aprol Campania, al vivaio della flora pompeiana.

Solo qualche mese fa, il Parco aveva lanciato il suo ultimo ambizioso progetto: istituire un’azienda agricola che produce vino biologico nelle aree verdi inutilizzate che sorgono all’interno degli Scavi.

Pompei pecore negli Scavi – Il sito archeologico campano fa da apripista fornendo un buon modello di sostenibilità ambientale e sociale applicato all’immenso Patrimonio naturale di cui le aree archeologiche del nostro Paese dispongono.

Per informazioni e visite agli Scavi di Pompei consulta il sito ufficiale: CLICCA QUI

Fonte : VESUVIOLIVE.IT

Potrebbe interessarti leggere anche : Scavi Pompei, ritrovato Termopolio intatto: è un’antica “bottega di street food”