19 Dicembre 2022

Pensioni 2023 Governo Meloni: rivalutazioni e aumenti

Pensioni 2023 Governo Meloni alla prima manovra finanziaria: pronto il varo per una rivalutazione delle pensioni.

Pensioni 2023 Governo Meloni

Pensioni 2023 Governo Meloni al varo della manovra di bilancio: previste rivalutazioni e aumenti delle pensioni minime.

Tour de force da parte del Governo e del Parlamento per l’approvazione della nuova manovra finanziaria: si tratta ad oltranza per far si che la stessa venga approvata alle Camere entro sabato 24 dicembre.

Tra le misure previste dalla nuova manovra del Governo guidato da Giorgia Meloni vi è il tema pensioni con due importanti novità.

Pensioni 2023 Governo Meloni, rivalutazioni:

La manovra studiata dal Governo guidato da Giorgia Meloni prevede una rivalutazione dell’85% delle pensioni 4-5 volte il minimo, mentre viene abbassata l’aliquota dello scaglione delle pensioni più alte che scende dal 55% al 53% per le pensioni 5 a 6 volte il minimo; da 50% a 47% tra 6 e 8 volte il minimo da 40% a 37% da 8 a 10 volte il minimo e da 35% a 32% negli assegni oltre 10 volte il minimo (pensioni superiori ai 5.000 euro).

Aumento pensioni minime 2023:

Aumento a 600 euro delle pensioni minime per gli over 75, tale provvedimento non è al momento strutturale: infatti la manovra prevede uno stanziamento dei fondi necessari solo ed esclusivamente per l’anno 2023, quindi il provvedimento andrà nuovamente rifinanziato durante il prossimo anno.

Pensioni, opzione donna 2023:

Per l’opzione donna nulla è stato modificato dalla manovra, quindi tale opzione resta al momento invariata.

Naturalmente la manovra resta al vaglio del Parlamento e sino ad approvazione definitiva ogni articolo potrà subire delle variazioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE IL SEGUENTE ARTICOLO: Voragine a Bagnoli: cede la strada, paura tra i residenti.