Pasta Garofalo-Napoli, storia di un marketing communication vincente

pasta garofalo

Il calcio sta cambiando: proprietà straniere, regole e tecnologie avanzate sono solo alcune delle innovazioni a cui ci stiamo abituando. La comunicazione e il marketing sono due punti fondamentali per l’economia moderna e per una società calcistica sono la base di un buon fatturato. Il Napoli lo sa bene quanto il suo sponsor Pasta Garofalo

GAROFALO SCEGLIE L’AZZURRO –  La città di Napoli e i suoi abitanti sono sempre stati protagonisti in questo percorso di comunicazione del pastificio Garofalo, e in questo approccio non poteva certo mancare il capitolo sportivo con il più celebre degli attori: la S.S.C Napoli. La storia che ha reso la Pasta Garofalo un brand vincente è lunga: dal product placement cinematografico (lo strumento che consente alle aziende di promuovere prodotti “posizionandoli” nella trama di un film), alla realizzazione di cortometraggi d’autore, con il progetto Garofalo firma il cinema che ha coinvolto, tra gli altri, Valeria Golino e Terry Gilliam, dal lancio di Gente del Fud, la community online che riunisce centinaia di food-blogger e ormai punto di riferimento per gli appassionati di enogastronomia, fino all’ingresso nel mondo dello sport, culminato con l’accordo come second main sponsor del Napoli, siglato nel luglio 2014 e rinnovato fino al 2018.

Oltre al sostegno al calcio Napoli la Garofalo ha realizzato un progetto intitolato “Quasi Amici”, trattasi di format web e tv, con Sky Sport media partner, che allo stesso modo racconta in modo fresco, originale e autentico il tifo, la rivalità sportiva e gli aneddoti più divertenti del mondo del calcio, diffondendone i valori più belli. Su Youtube è presente la divertentissima rubrica video intitolata “Calcio e Pepe” con il portiere Pepe Reina protagonista.

Quella di cui vi stiamo parlando è la narrazione di storie, il filo rosso che lega la strategia di comunicazione di Pasta Garofalo, l’azienda di Gragnano in provincia di Napoli, affermatasi come uno dei brand di riferimento nel segmento premium del mercato della pasta e che nel 2014 è entrata a far parte del gruppo spagnolo Ebro Foods. Una svolta societaria che sta consentendo a Garofalo di crescere e consolidare la propria presenza sui mercati internazionali, non perdendo però l’autonomia gestionale e il radicamento sul territorio.

Una comunicazione non convenzionale attraverso la quale Garofalo ha riempito di contenuto e di contenuti anche la partnership con il Napoli che frutta alla società partenopea circa 4.5 milioni di euro all’anno.

Qui sotto un video tratto da “Calcio e Pepe” con protagonisti il portiere Pepe Reina e Diego Abatantuono