Pasqua napoletana, le origini del Casatiello



casatiello

Alla scoperta di un tipico piatto della Pasqua napoletana: sua maestà il casatiello

Il “casatiello” è un tipico piatto pasquale  della tradizione napoletana. Nato agli inizi del 600, è da sempre il re della Pasqua e ognnipresente nelle tavole dei napoletani. Le origini antiche del “casatiello” sono testimoniate da un racconto del letterato e scrittore italiano, Giambattista Basile (1566/1632), dal titolo: “La Gatta Cenerentola”. Nel racconto, per descrivere i festeggiamenti dati dal Re per ritrovare la sua Cenerentola si legge: “E’ venuto lo juorno destenato, oh bene mio: che mazzecatorio e che bazzara che se facette! Da dove vennero tante pastiere e casatielle? Dove li sottestate e le porpette? Dove li maccarune e graviuole? Tanto che nce poteva magnare n’asserceto formato”.

Come si prepara il Casatiello? Scopriamo ora ingredienti e preparazione.

Ingredienti: 

Per la pasta:
– 1 kg di farina
– 1 pizzico di sale
– 100 g di strutto o sugna
– 2 cubetti di lievito di birra
– 1/2 cucchiaino di pepe
Per il ripieno: 
– q.b. sale e pepe
– 400 g di salame
– 400 g di formaggio: andranno bene sia il pecorino che formaggi misti quali fontina, emmenthal, grana o provolone piccante
– 5 uova per la guarnizione

 

Preparazione: 

Fate sciogliere il lievito nel latte tiepido.

Disponete la farina a fontana e aggiungete al centro il lievito sciolto nel latte, lo strutto, il sale, il pepe e l’acqua per l’impasto (circa un bicchiere).

Lavorate l’impasto fino ad ottenere una pasta morbida.  Copritela e lasciatela lievitare per circa due ore in un luogo caldo.

Quando l’impasto avrà raddoppiato il suo volume toglietene una pallina e mettetela da parte. Vi servirà per fissare le uova in fase di decorazione. Stendete nel frattempo l’impasto dandogli una forma rettangolare.

Ricoprite la sfoglia stesa con il salame e il formaggio a dadini. Spolverate con il pecorino e arrotolate la pasta nel senso della lunghezza dandogli la forma di un salame.

Disponetela poi in uno stampo da ciambellone oliato unendo le due estremità. Coprite nuovamente con un panno e fate lievitare altre 2 ore.

A questo punto dopo aver pulito bene le uova (aiutatevi con uno spazzolino) disponetele sulla superficie del casatiello e fissatele ognuna con due striscette di pasta a croce.

Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 50 minuti.

(fonte: http://www.ricettedellanonna.net/casatiello/)

 

Il Casatiello non va confuso con il Tortano, altro tipico piatto della cucina napoletana. I due si differenziano dall’assenza nel Tortano, delle uova disposte a corona.

Leggi anche