Pareggio del Napoli al Tardini: reti di Gabbiadini e Mertens



pareggio
Rafa Benitez, tecnico del Napoli

Pareggio del Napoli a Parma: le reti di Gabbiadini e Mertens salvano gli azzurri. La squadra partenopea ancora artefice del proprio destino, il secondo posto è a -4

Sperare, “gufare” affinché la Lazio perda nel posticipo serale contro l’Inter è indecente. Esultare quando la Roma esce sconfitta dal Meazza contro il Milan, è stupido. Il Napoli si è limitato a guardare i passi falsi degli altri e poi?  Al Tardini arriva soltanto un pareggio, in rimonta, contro una squadra già retrocessa e afflitta da problemi societari. Onore, certo, al Parma che in casa ha piegato anche la Juventus e nulla quaestio. Ma non “ci può stare” pareggiare ancora e perdere altri punti in chiave secondo posto. La classifica, a oggi, detta: Roma 64, Lazio 63 e Napoli 60. Insomma, siamo ancora artefici del nostro destino, ma oggi potevamo avere due punti in più. C’è il Dnipro giovedì e la finale di Varsavia è la priorità assoluta. “Ci può stare” ma una grande squadra non dovrebbe avere limiti, una grande squadra può e deve competere su più fronti. Napoli

Andujar, oggi, sembrava Rafael e Koulibaly ha dimostrato, nuovamente, di non essere all’altezza. Cosa si salva? Come sempre l’attacco e questa volta con Gabbiadini e Mertens che hanno salvato un Napoli sempre costretto a rincorrere, che nella ripresa ottiene un pareggio che poco serve a smuovere la classifica. Speriamo adesso che fra i vicoli di Napoli, giovedì, rimbombi il classico suono dei festeggiamenti e non quello delle classiche “bestemmie” partenopee. Napoli

 

 

Leggi anche