Panico post Napoli-Lazio, sassate contro il taxi di Higuain



pipita
Gonzalo Higuain

Panico in quel di Fuorigrotta dopo Napoli- Lazio. Alcuni tifosi hanno circondato i taxi in cui viaggiavano Higuain ed Andujar. Sassate contro l’auto del Pipita

Una sconfitta amara quella maturata la scorsa domenica al San Paolo di Fuorigrotta, panico dentro e fuori dal campo. Per uno dei più contestati giocatori del Napoli, spiacevole episodio anche all’uscita dello stadio, durante il ritorno a casa. Stiamo parlando di Gonzalo Higuain, il Pipita, l’uomo che troppe volte in questa stagione non ha brillato in occasioni decisive, prima contro il Dnipro in Europa League e appena tre giorni fa in Serie A Tim, contro la Lazio, quando ha fallito il tiro dagli undici metri che avrebbe portato il Napoli in vantaggio e dunque sul risultato di 3-2.

Higuain era in taxi col fratello Nicolas e la madre Nancy, quando alcuni teppisti si sono avvicinati alla vettura e hanno sferrato rabbiosamente calci e pugni; in un taxi vicino, l’estremo difensore del Napoli, Mariano Andujar, vittima di un episodio simile. Panico maggiore per la famiglia Higuain, contro la quale sono stati scagliati ripetutamente dei sassi, che hanno causato la rottura di uno dei vetri dell’automobile, mettendo seriamente a rischio l’incolumità dei passeggeri a bordo. Sono questi episodi tristi, inaccettabili, che non dovrebbero mai verificarsi, soprattutto se alla base di simili violenze vi è una competizione sportiva.

Leggi anche