19 Marzo 2021

Neonato ustionato nel napoletano: indagini in corso

neonato ustionato portici

Neonato ustionato a Portici: i sanitari finiscono nel mirino dei Carabinieri, via libera alle indagini. Il piccolo è ricoverato al Santobono

PORTICI – La vicenda accaduta nel napoletano riversa alcuni dubbi. A riportare la notizia del neonato ustionato è TeleClubItalia. Secondo una prima costruzione dei fatti, anche i soccorsi sono finiti nel mirino dei Carabinieri. Stando a quanto dichiarato dall’edizione, il corpicino del piccolo presentava ustioni importanti e per tale dinamica i militari vogliono vederci chiaro.

La storia era emersa il 16 marzo, quando il padre del neonato aveva chiamato il 118 per soccorrere sua moglie e suo figlio. La donna aveva partorito di recente e in casa c’era ancora la placenta e il cordone ombelicale. All’arrivo dei sanitari fu proposto il ricovero per entrambi, ma i genitori del neonato rifiutarono la proposta. Il 16 marzo, i Carabinieri e il 118 si sono presentati nuovamente in quell’appartamento. Da quanto emerso, sono in corso le indagini anche per il personale sanitario.

Al momento il piccolo è ricoverato in prognosi riservata presso l’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. I genitori sono entrambi in carcere: il padre si trova presso la casa circondariale di Poggioreale, mentre la madre è piantonata nella Psichiatria del Loreto Mare.

Il neonato sembrerebbe non essere in pericolo di vita, potrebbero seguire aggiornamenti su quanto accaduto a Portici.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: SECONDIGLIANO, ACCOLTELLA IL CUGINO: 36ENNE IN MANETTE 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO CON OGNI NOTIZIA DI CRONACA, ATTUALITÀ, POLITICA, UNIVERSITÀ, SPORT, CULTURA, EVENTI, MANIFESTAZIONI E TANTO ALTRO: CLICCA QUI

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.