Napoli, senti Moggi: “Ennesimo errore di De Laurentiis”



Moggi, De Laurentiis,
Luciano Moggi e Corrado Ferlaino ai tempi del Grande Napoli di Maradona (foto di Wikipedia)

Luciano Moggi, ex dirigente di Napoli e Juventus, attacca il presidente De Laurentiis: “Ennesimo errore non aver voltato pagina in modo radicale”

Dopo la sconfitta di ieri, la stagione del Napoli sembra ormai compromessa. Al giro di boa, i partenopei si trovano con soli 24 punti, al decimo posto e con il concreto rischio di scivolare nell’inferno della “parte destra della classifica”. La disamina degli errori commessi e la ricerca di “colpevoli più colpevoli degli altri” richiederebbe un enorme sforzo analitico. Sacrificare un capro espiatorio è spesso necessario ma non è, com’è evidente, la soluzione a tutti i mali. Intanto, per usare un eufemismo, Luciano Moggi, ex dirigente del Napoli di Ferlaino e della Juventus di Calciopoli, non è stato molto tenero con Aurelio De Laurentiis. “Ha fatto l’ennesimo errore“, ha dichiarato l’ex manager. Ne ha parlato a Libero ieri.

Secondo Moggi, il percorso degli ultimi due anni del patron azzurro sarebbe costellato da sviste ed errori. “Il Napoli, accortosi di aver sbagliato a scommettere su Carlo Ancelotti – dice l’ex dg -, per rimediare ha affidato la squadra a Gattuso, con l’imperativo di raggiungere la zona Champions, in caso contrario il contratto andrà a scadenza il 30 giugno. Come dire che Rino farà il traghettatore fino alla fine del campionato, vista la distanza che attualmente divide il Napoli dalle candidate per quel traguardo“. Stagione ormai alle ortiche, dunque, per l’82enne manager.

L’ennesimo errore di De Laurentiis“, così come definito dallo stesso Moggi, sarebbe quello di non essersi accorto della fine di un ciclo iniziato nel 2013 con Benitez: “Evidentemente De Laurentiis non ha ancora capito che è finito un ciclo, per cui se si fanno acquisti devono essere quelli desiderati dal mister incaricato a iniziarne un altro. Ciò nonostante, ha preso adesso Demme da Lipsia e Lobotka dal Celta Vigo senza saper se Gattuso sarà il mister del futuro“.

Moggi: “cedere i marchettari che vogliono andare a prendere i soldi in Cina”

Altro problema è quello relativo ai giocatori ormai a fine carriera e che, stando alle loro prestazioni, sembrano non avere più stimoli. Di questo si era accorto De Laurentiis che, da par suo, aveva esternato qualche considerazione non proprio morbida nei loro confronti. “Deve cedere quei giocatori che lui stesso (De Laurentiis, ndr) aveva etichettato come marchettari perché desiderosi di andare a giocare in Cina“.

Il tempo è ormai scaduto e gli anni in cui il Napoli era la seconda forza del campionato sembrano un lontano ricordo.

LEGGI ANCHE: IL NAPOLI NON SI FERMA PIÙ, ARRIVA ANCHE UN TERZINO

Seguici su Facebook. Clicca qui.

 

Leggi anche