Napoli-Sampdoria, 2-0: buona la 1^ al San Paolo per gli azzurri di Ancelotti



mertens
Per l'immagine si ringrazia SSCN

Napoli-Sampdoria: infinito Mertens, autore di una doppietta; ottimi Lozano ed Elmas. Buona la prima degli azzurri al San Paolo

Napoli-Sampdoria – Entrambe le squadre sono chiamate a conquistare i 3 punti in palio:la squadra di Ancelotti, infatti, dovrebbe approfittare del passo falso della Juve in casa della Fiorentina per accorciare le distanze dalla capolista; i Doriani sono in cerca del sudato riscatto dopo un lungo periodo buio.

Queste le formazioni con cui le due compagini scendono in campo, in un San Paolo completamente riammodernato:

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Elmas, Fabian Ruiz, Zielinski; Mertens, Lozano. A disp. Ospina, Karnezis, Malcuit, Allan, Llorente, Luperto, Insigne, Ghoulam, Younes, Manolas, Gaetano. All. Ancelotti

Sampdoria (3-4-1-2): Audero; Ferrari, Murillo, Regini; Bereszynski, Linetty, Ekdal, Murru; Caprari; Quagliarella, Rigoni. A disp. Seculin, Falcone, Gabbiadini, Ramirez, Chabot, Barreto, Depaoli, Augello, Bonazzoli, Thorsby, Léris, Colley. All. Di Francesco

Ritmi subito altissimi in campo: pressing alto e scambi in velocità per entrambe le formazioni.

In avvio, Meret salva subito il risultato con una grande parata su Ferrari.

Al 7′ ammonizione per Maksimovic, che stende Quagliarella, involato in velocità verso la porta di Meret dopo un buon recupero doriano.

Al 13′ Napoli in vantaggio con un tiro veloce e preciso di Dries Mertens, che sorprende e spiazza completamente Audero, su assist del neo acquisto Di Lorenzo, perfettamente inserito negli schemi di gioco della squadra azzurra.

Provano a raddoppiare prima Elmas e subito dopo Lozano, che però spediscono di poco fuori la porta presieduta da Audero.

Al 18′ Mertens si gira in area e colpisce la traversa.

Risposta immediata della Samp, cui solo un ottimo Meret su Rigoni riesce a negare il pareggio, parata che vale al portiere azzurro i complimenti di Mister Ancelotti.

Grandi emozioni al San Paolo, davanti ad un pubblico in tripudio.

Particolarmente sugli scudi Lozano: giocate rapidissime che evidenziano un’ottima visione e qualità di gioco per il messicano, che gioca la sua prima al San Paolo.

Al 24′ il solito Quagliarella va vicino al pareggio.

Al 25′ fallo su Elmas e calcio di punizione dal limite dell’area per gli azzurri, ma Mertens colpisce la barriera della Sampdoria.

La Samp non ci sta e si lancia all’attacco, provando a conquistare il pareggio, giovandosi di un gioco lucido e senza fronzoli, che evidenzia la mano di Di Francesco.

Al 32′ ci prova Mario Rui, che però spedisce alto.

Giallo per Fabian Ruiz, che perde palla e prova a recuperarla commettendo fallo sul giocatore doriano ed arriva il giallo anche per Carlo Ancelotti, per proteste con il quarto uomo in merito ad un fallo subìto, a suo parere, proprio da Fabiàn nell’azione precedente.

Diversi errori per il Napoli di fronte ad una Samp che prova a sferrare il colpo decisivo per riportare in parità il risultato.

Nuovo fallo su Lozano, messo giù pochi metri fuori dall’area blucerchiata da Caprari, prontamente ammonito.

Per i doriani, prova a suonare la carica Fabio Quagliarella, che libera un gran destro, che si spegne di poco fuori la porta presieduta da Meret.

Il primo tempo di Napoli-Sampdoria si chiude sul parziale di 1-0 per i padroni di casa.

Napoli-Sampdoria riprende con un Napoli votato all’attacco: in pochi minuti, Audero salva il risultato, evitando il raddoppio degli azzurri, su Elmas prima e Callejon subito dopo.

Ci riprova più volte Elmas, che spedisce alto.

Al 55′ problemi proprio per il neo acquisto del Napoli, che finisce a terra: si scalda Insigne, ma l’allarme rientra ed il calciatore riprende la sua posizione nel rettangolo di gioco.

Infinito Mertens, che cerca altre tre volte il raddoppio, facendo partire un destro potente, che colpisce in pieno volto Murillo.

Innumerevoli i tentativi della compagine partenopea, che ci prova nuovamente con Elmas, di nuovo sfortunato nella conclusione, che termina di poco a lato.

Al 64′ debutto in maglia azzurra per l’ultimo acquisto della SSCN: Fernando Llorente, che rileva Lozano.

Al 66′ il belga ci riprova, siglando il 2-0 per il Napoli, su assist proprio di Llorente: qualche dubbio sulla regolarità della rete, il Var convalida!

Al 70′, per la Samp entra Gabbiadini, che rivede dopo 3 anni il suo vecchio stadio.

Al 75′ Insigne rileva Elmas, che esce tra gli applausi del pubblico: grande prova per il nuovo acquisto del Napoli, che rivela una personalità di spessore davanti ai suoi nuovi tifosi.

Al 77′ su passaggio proprio di Manolo, fiammata di Ekdal, che sorprende una distratta difesa del Napoli, spedendo di poco fuori.

Al 79′ Younes rileva Mertens: standing ovation del pubblico per il numero 14, autore di una prestazione eccellente.

Gabbiadini prova a riaprire la gara, rendendosi pericoloso per due volte, ma non riuscendo a trovare la via del gol.

Risponde, per il Napoli, Lorenzo Insigne: il Capitano prova a firmare la terza rete del match ma un ottimo Audero gli chiude lo specchio della porta.

Napoli-Sampdoria si chiude sul risultato di 2-0.

gli azzurri portano a casa i 3 punti in palio, accorciano le distanze con Juventus ed Inter e mettono in cassaforte qualche certezza in più rispetto alle due uscite precedenti.

Koulibaly in pieno recupero di condizione, Lozano ed Elmas autori di prestazioni più che convincenti, e l’infinita certezza Mertens: il belga, autore della doppietta, ha fornito una prova eccezionale in termini di voglia e cattiveria.

Menzione anche per Di Lorenzo: il giocatore ha mostrato una buona personalità ed ha esibito un’ottima intesa con l’inesauribile Callejon.

Ora testa al Liverpool: solo due giorni di recupero per i calciatori a disposizione di Carlo Ancelotti, che martedì esordiranno in Champions proprio contro i campioni d’Europa.

 

Leggi anche