Napoli-Sampdoria, le pagelle degli azzurri



mertens
Per l'immagine si ringrazia SSCN

Buona la prima della squadra di Ancelotti nello stadio rinnovato: Sampdoria non incisiva, il Napoli ne approfitta

Nel nuovo San Paolo va in scena l’anticipo della terza giornata tra Napoli e Sampdoria. Azzurri che vincono 2-0 contro un avversario abbastanza spento. Dopo la sconfitta di Torino, il Napoli domina gran parte della gara dimostrando un giro palla veloce e belle giocate nello stretto. La prima rete arriva per opera di Mertens al 13′ su assist dalla destra di Di Lorenzo: il belga batte Audero con un destro di prima sul primo palo. Un’unica occasione nei primi 45′ per la Samp con Rigoni che si fa neutralizzare un tiro da un prontissimo Meret.

Nel secondo tempo la musica non cambia: Napoli che fa la partita e che riesce ad arrivare al raddoppio sempre con Mertens: il neoacquisto Llorente confeziona l’assist per il belga che insacca per la seconda volta con una deviazione vistosa di un difensore blucerchiato. Qualche occasione per i vari Quagliarella e Rigoni ma nulla di concreto.

LE PAGELLE:

Meret (7): Ottima prestazione del portiere azzurro che si fa trovare pronto in più occasioni. Nello specifico nega due volte il pareggio alla Samp parando su Ferrari e Rigoni.

Di Lorenzo (6,5): Terza buona prestazione del terzino ex Empoli. Dopo il gol alla Juventus, oggi è determinante in fase offensiva sfornando l’assist per la prima rete di Mertens.

Maksimovic (6): Gara sufficiente del centrale chiamato a sostituire Manolas. Qualche errore in fase di impostazione ma comunque una partita tranquilla.

Koulibaly (6,5): Sfortunato a Torino, K2 sembra prendere nuovamente in mano la difesa del Napoli con qualche buon intervento difensivo e un paio di scorribande offensive sulla fascia.

Mario Rui (6): Sostituisce dignitosamente Ghoulam, un paio di imperfezioni per il terzino ma nel complesso un’onesta gara difensiva.

Elmas (7): Esordio da titolare per il macedone che dimostra buone capacità tecniche e diverse giocate di qualità. Grande personalità e anche qualche conclusione in porta per il centrocampista 19enne – DAL 76′ Insigne (5,5): Non entra benissimo in gara, subentra e sbaglia tre giocate apparentemente facili. Si ritaglia spazio sull’esterno e conclude pericolosamente verso la porta doriana ma il tiro risulta largo.

Ruiz (6): Qualche giocata di classe per lo spagnolo ma altrettanti errori in fase di impostazione: diversi infatti i disimpegni e i passaggi errati, ma si guadagna ugualmente la sufficienza.

Callejon (6,5): Il solito diligente Callejon, non esce mai dalla partita e si fa vedere anche al centro del campo. Costringe Audero ad una gran parata dopo un bel destro al volo insidiosissimo.

Zielinski (6,5): Più attivo nel secondo tempo che nel primo. Svariate giocate nello stretto e dribbling ai danni degli avversari. Presente in quasi tutte le azioni pericolose del Napoli.

Lozano (6): Meno frizzante e incisivo del solito, è mancata un po’ di lucidità per fare la differenza. Si è fatto sentire il lungo volo dopo l’impegno con la nazionale – DAL 65′ Llorente (6,5): L’esordio del re leone è più che positivo. Subito decisivo con un’assist sul secondo gol di Mertens, dopodiché una gara diligente per dare perso all’attacco

Mertens (7,5): E’ lui a capeggiare l’attacco partenopeo. Sigla una doppietta importante: prima il destro sul primo palo su assist di Di Lorenzo, poi il raddoppio a porta sguarnita con deviazione determinante di un difensore – DAL 81′ Younes (s.v.)

Seguici su Facebook, clicca qui

Leggi anche