21 Giugno 2021

Napoli, nuova aggressione con calci e pugni ai sanitari del 118

medici aggrediti Tragedia in Campania nel pomeriggio: bambina di 7 anni muore nella piscina gonfiabile

A Napoli, questo pomeriggio, una nuova aggressione con sputi, calci e pugni si è verificata nei confronti dei sanitari del 118

Una nuova vergognosa aggressione ai sanitari del 118 si è verificata a Napoli, più precisamente a Piazza del Gesù. Infatti, come riportato dalla pagina Facebook “Nessuno tocchi Ippocrate”, un uomo di origine rumena si sarebbe prima avvicinato ai sanitari per chiedere una fascia elastica e poi, una volta ricevuta, ha inveito contro di loro con sputi, calci e pugni.

A commentare l’intera vicenda il dottor Manuel Ruggiero, presidente di NTI. Queste le sue parole (pagina facebook NTI):

“Quattro aggressioni in tre giorni, il ritmo diventa sempre più serrato, complice il fatto che qualcuno ha dimenticato la pandemia, ma soprattutto non ha capito che se la ha dimenticata è grazie a noi! Il nostro appello va alla Regione Campania; ultimate il lavoro di installazione delle telecamere sui mezzi di soccorso prima che ci scappi il morto, se dovesse succedere una triste evenienza del genere siamo sicuri che ci sarà una dimissione di massa poiché chi ci doveva tutelare non lo ha fatto!”.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato su tutte le news di cronaca, politica, coronavirus, cultura, musica, cinema, tv, arte e sport, riguardanti Napoli e tutta la provincia, seguici assiduamente sul nostro sito e sui nostri profili social(Facebook, Instagram e Twitter).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.