24 Marzo 2020

Napoli ha un gran cuore: arriva la ‘spesa sospesa’

napoli

Arriva la spesa sospesa: Napoli cerca di aiutare chi è in difficoltà a causa del coronvirus. Ecco l’iniziativa

NAPOLI – In questo periodo difficile per l’Italia intera solamente il grande cuore degli italiani può aiutare a superare le avversità.

I napoletani ancora una volta si sono distinti per la loro immensa generosità e bontà d’animo, nonostante spesso vengono tacciati come quello che non sono.

Nasce dalla Seconda Municipalità di Napoli l’iniziativa della ‘spesa sospesa’, per aiutare chi ne ha più bisogno.

COME FUNZIONA: Una volta ordinato la propria spesa a domicilio dalla propria bottega di fiducia si può lasciare qualche euro per lasciare una ‘spesa sospesa’. In questo modo – spiegano i colleghi di Repubblica – si potrà andare incontro a chi è in emergenza a causa del coronavirus e soffre economicamente.

Più dignità per tutti, quindi, soprattutto per chi non riesce a mettere il piatto a tavola.

Francesco Chirico, presidente della Municipalità spiega: “E’ un’iniziativa in soccorso di coloro che, a causa dell’emergenza sanitaria, si trovano in difficoltà economica. Ci basiamo su due principi indissolubili: restare a casa e donare agli altri”.

Ora è stato stilato anche un elenco con le varie attività che operano consegne a domicilio nei quartieri di: Materdei, Forcella, Quartieri Spagnoli, Mercato, Pignasecca, piazza Mazzini, piazza del Gesù .

NELLA TERZA MUNICIPALITA’

Altra iniziativa è quella nella terza municipalità che aiuta le persone bisognose con l’utilizzo di buoni spesa.
“Per sostenere le persone che in questi giorni sono in difficoltà  abbiamo costruito una rete di commercianti del territorio che possano preparare dei veri e propri pacchi che verranno consegnati alle famiglie in difficoltà tramite un buono. Per finanziare questa rete di solidarietà abbiamo predisposto un Iban su cui è possibile effettuare donazioni che contribuiranno a moltiplicare i pacchi.Lo quarantena pesa per tutti. Ma c’è chi è più in difficoltà e il rischio di chiuderci ognuno a casa propria è quello di aumentare esponenzialmente la solitudine e lo stato di abbandono di chi è in difficoltà. Per questo come Municipalità stiamo facendo il possibile per non lasciare solo nessuno” ,spiegano Ivo Poggiani e Egidio Giordano

Ecco i dati:

Iban: IT 02F 0501 8034  0000 0011 0625 93

Causale: InsiemeMaiSoli

Intestatario iban: consorzio core

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, IL NUOVO DECRETO DI CONTE

SEGUICI SU FACEBOOK: CLICCA QUI 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.