Napoli Comicon, arrivederci! Il Primo Maggio si chiude in bellezza con numeri impressionanti

napoli comicon

Napoli Comicon – L’evento chiude in bellezza con più di centomila biglietti strappati (nei 4 giorni). Le immagini dell’ultimo giorno della Kermesse

Il Napoli Comicon termina con numeri a dir poco eccezionali.

Più di centomila tra visitatori e addetti ai lavori, hanno visto sfilare cosplayer amatoriali e professionali, passando tra stand che spaziavano in ogni genere, dalla fumettistica, ai videogames, passando per l’oggettistica e i giochi da tavolo.

Insomma, per gli amanti dei generi, non poteva mancare una passeggiata nel mondo Marvel, Dc Comics, in quello delle fate, delle principesse e dei personaggi più bizzarri che conosciamo ormai grazie al web.

E se vi è capitato di incontrare Gesù, tranquilli, non era il sole che batteva sulle nostre teste, perché ci siamo accorti che quest’anno i grandi ospiti erano davvero tanti.

Basti pensare a Renato Zero, Gerri Scotti e Maccio Capatonda nella sua versione più triste di Padre Maronno.

Non solo…

Abbiamo avuto anche l’onore di essere meta di viaggio di nozze di Goku e sua moglie Kiki, rigorosamente in abito bianco a godersi questa festa spettacolare.

Scherzi a parte, nell’ultima giornata del Napoli Comicon, abbiamo visto premiare il baby-cosplay più bello del Comicon, l’ultimo incontro di Daniel Pennac, Roberto Recchioni e ancora il firma-autografi di Toyotaro, erede prescelto di Toriyama e Rachel Keller, protagonista di Legion.

Proiezione in anteprima nazionale dell’episodio crossover The Flash – Supergirl, Taboo, premiazione delle casate medioevali.

Tornei di subbuteo, combattimenti con spade, tiri con l’arco, insomma…un viaggio nel tempo e nello spazio (alternativo), dove chiunque per un giorno o più, ha potuto sognare di essere qualcosa o qualcun altro.

E questo è il merito del Napoli Comicon, una fiera dove per una volta tanto puoi “spogliarti” degli abiti formali e vestire quelli più divertenti e curiosi ispirati dai tuoi pensieri più nascosti.

E allora noi vi lasciamo con questa carrellata di immagini di ciò che abbiamo visto augurandovi e augurandoci che l’anno prossimo possa l’evento essere uguale e ancora migliore di questo appena concluso.

Servizio a cura di Marina Cozzolino e Luca Di Febbraro.