Napoli Club Valle Telesina presenta il nuovo libro del Prof. Antonio Fiorillo



Napoli Club Valle Telesina

Napoli Club Valle Telesina presenta “Storia delle Due Sicilie in pillole. La strage di Pontelandolfo”, il nuovo libro del Prof. Antonio Fiorillo

Napoli Club Valle Telesina, nato da poco più di un anno e già estremamente attivo sul territorio, ha oggi presentato presso la propria sede, sita in Amorosi, il nuovo libro del socio, Prof. Antonio Fiorillo.

Il libro, “Storia delle Due Sicilie in pillole. La strage di Pontelandolfo“, si propone di accendere i riflettori sull’eccidio della popolazione della città di Pontelandolfo, occorso il 14 agosto del 1861.

L’evento risponde alla precisa volontà da parte del Club di farsi veicolo di circolazione e diffusione della cultura meridionale.

Una cultura che, partendo dal senso di appartenenza ed identità nati dalla passione per la squadra azzurra, travalica i limiti del tifo calcistico e si fa interprete di un comune sentire, troppo spesso ignorato.

La presentazione si è svolta questo pomeriggio a partire dalle ore 18.

L’evento è stato sapientemente moderato dal giornalista Billy Nuzzolillo.

Particolarmente apprezzato l’intervento del Professor Renato Rinaldi, storico di Pontelandolfo e Presidente dell’Associazione “Pontelandolfo Città Martire“.

Grande commozione ha suscitato la lettura, da parte del collega Billy Nuzzolillo, di una lettera presente all’interno dell’opera.

La lettera porta la firma di Rosaria Rinaldi, personaggio di fantasia, fuggita in America dopo esser scampata all’eccidio del 1861.

La donna, a venti anni di distanza dalla strage, decide di raccontare la sua esperienza, indirizzando la toccante missiva al Sindaco di Pontelandolfo.

Il Napoli Club Valle Telesina ha registrato per l’evento il tutto esaurito.

Grande la soddisfazione degli organizzatori dello stesso, il Presidente, Davide Di Mauro, il Vice Presidente, Andrea Di Mauro, con tutto lo staff dell’attivissimo Club: il tesoriere, Giuseppe Lanzara, il Segretario, Fabio Malgieri e i Responsabili della sede, Antonio Grasso e Nicola Macolino.

Attiva e sentita la partecipazione dei soci del Club, che hanno apprezzato l’organizzazione dello stesso, curata fin nei minimi dettagli.

 

Leggi anche