Morte Vincenzo Natale, l’indignazione della famiglia

Vincenzo

“Vincenzo non ha avuto la solidarietà di nessuno” è quanto detto dalla famiglia della vittima. All’interno dell’articolo, la lettera dello sdegno

Nessun segno di solidarietà da parte del sindaco de Magistris, dei cittadini napoletani o dei giornali nei confronti di Vincenzo Natale, l’uomo ucciso il 31 Dicembre scorso da un proiettile vagante. Ad essere estremamente indignati per l’episodio sono i familiari della vittima i quali hanno espresso tutta la loro indignazione in una lettera:

“Premesso che il vostro quotidiano ha correttamente riportato la notizia del ferimento a causa di una pallottola vagante – scrive il portavoce degli amici di Vincenzo alla testa giornalistica “Il Mattino” – alcuni siti oltre a riportare il nome errato si sono avventurati in fantasiose ricostruzioni e desidero sottolineare ed incitarvi a riportare la totale assenza di solidarietà ad Enzo da parte delle istituzioni”.

Continua poi scrivendo:

“Sindaco in testa, nessuno si è degnato di esprimere una parola come se essere feriti accidentalmente a Napoli per colpa di qualche sprovveduto mentre si guida la propria auto sia un fatto normale oppure ricollegabile solo ed esclusivamente ad episodio di stampo malavitoso”.

Infine:

“Enzo, sposato, padre di due figli e onesto lavoratore dipendente della Base militare Usa di Capodichino, ha rischiato tragicamente la vita e da eroe ha continuato da solo la corsa fino al Loreto Mare a bordo della sua auto per cui mi sembra meriti almeno la totale e pubblica solidarietà di tutti laddove, invece, l’assenza dello Stato andrebbe urlata a voce alta e senza timore”.