Minorenne investito da scooter, è ancora prognosi riservata

tragedia

Portici: restano gravi le condizioni del minorenne investito da uno scooter in corso Garibaldi, lo scorso sabato 5 novembre.

È ancora in rianimazione all’ospedale Santobono di Napoli, il minorenne investito da uno scooter che gli ha provocato gravi lesioni all’addome. Intanto continuano le indagini condotte dai carabinieri della stazione locale, sotto la guida del maresciallo Michele Guarino, nel tentativo di ricostruire le dinamiche dell’incidente che ha ridotto in fin di vita il giovane ragazzo.minorenne

Quel che è certo alla polizia locale, con a capo il comandante Gennaro Sallusto, è che troppo spesso negli ultimi anni la strada statale 18, e soprattutto il tratto urbano di corso Garibaldi, è stato triste teatro di frequenti incidenti. Sia che si tratti dell’ora di punta, sia che si tratti invece di fasce orarie in cui il traffico e i controlli diminuiscono mentre il tasso di velocità dei veicoli aumenta, infatti, il corso Garibaldi, che rappresenta la principale alternativa all’autostrada per i collegamenti tra Napoli e la zona vesuviana, costituisce il tratto stradale più pericoloso della città. In particolare, lungo la porzione che collega via largo Riccia a via Gianturco in direzione piazza San Ciro, dove da pochi mesi è stato ripristinato il doppio senso di circolazione, con conseguente aumento di incedenti.

Non sono bastati segnali luminosi e precauzioni di altro tipo, è necessario un incremento dei controlli su tutto il tratto.