Milan-Napoli: gli azzurri dicono addio alla Coppa Italia. LE PAGELLE

milan-napoli

Milan-Napoli nel segno di Piatek: la doppietta del polacco spedisce gli azzurri fuori dalla Coppa Italia. Ecco le pagelle…

Milan-Napoli: gli azzurri steccano i quarti di finale in casa di un combattivo e concreto Milan. Prestazione insufficiente di tutta la squadra, apparsa sin da subito svogliata e priva di idee.

Meret 5,5 – Il portiere azzurro è incolpevole su entrambi i gol del polacco; qualcosina in più si sarebbe potuta fare sul secondo, provando a toccare quantomeno il pallone.

Malcuit 5,5 Difficile poter dare una sola sufficienza ad un calciatore del Napoli: eppure il francese è tra i pochi che questa sera hanno provato a fare qualcosa in fase di impostazione.

Maksimovic 4 – Prestazione insufficiente per il centrale serbo, forse il peggiore degli azzurri insieme ad Allan. Colpevole solitario sul primo gol, pasticcia insieme al compagno di reparto Koulibaly in occasione della seconda rete rossonera.

Koulibaly 4,5 – Prova ad aiutare i compagni, ma viene ben presto inghiottito dal vortice insieme ai suoi compagni. Prima distratto, poi lento di gambe sul lancio lungo all’indirizzo di Piatek, che con una grande prodezza insacca quasi indisturbato alle spalle di Meret.

Ghoulam 5 -Lezioso, impreciso, un lontano ricordo del terzino che agli inizi della scorsa stagione aveva incantato mezza Europa.

Fabiàn 5,5 – Anche per lo spagnolo qualche invenzione di un certo spessore e tanti dribbling riusciti, ma niente che possa cambiare le sorti della gara questa sera.

Allan 4 – Irriconoscibile: il mastino napoletano, forse distratto dalle voci di mercato e dal mancato trasferimento al PSG, offre la sua peggiore prestazione in stagione, al punto da esser sostituito da Ounas (voto 5,5) già a inizio ripresa.

Diawara 4,5 – Se l’ultima uscita del centrocampista guineano era stata alquanto convincente, dicasi il contrario per la prestazione di questa sera. Imprecisione e lentezza contraddistinguono le sue giocate e l’impostazione della manovra: i tifosi sperano di riabbracciare quanto prima Marek Hamsik.

Zielinski 4,5 – L’eroe della gara d’andata (di campionato,s’intenda) è solo un ricordo lontano. Questa sera, a San Siro, scende in campo il suo fantasma, che poco, e anche male, riesce ad impensierire la difesa avversaria e l’estremo difensore rossonero.

Insigne 4 – Continua il digiuno cominciato tre mesi fa: il fantasista di Frattamaggiore inquadra più volte lo specchio della porta, ma in ben due occasioni i suoi tiri si rivelano dei semplici passaggi a Gigio Donnarumma, che comodamente fa sua la sfera.

Milik 4,5 – Malcuit gli aveva predetto il gol in una foto postata su Instagram, ma a realizzare una doppietta preziosissima è invece il suo connazionale, Piatek, arrivato a Milano poco più di una settimana fa. Il numero 99 azzurro tocca pochi palloni nel primo tempo, ma raramente si abbassa per ricevere e cercare il dialogo con i centrocampisti, come era invece accaduto nelle scorse uscite.

All. Ancelotti 4 – Cambia tanto, forse troppo, le carte in tavola. Giocatori confusi, zero idee, caos totale. Così non va.