“Mi prendo cura di te”, il progetto di E.T.I.C.A. per le donne vittime di violenza



donne

“Mi prendo cura di te” è il nome del progetto della Cooperativa sociale E.T.I.C.A. a sostegno delle donne vittime di violenza e abbandono

Mi prendo cura di te. E’ questo il nome del progetto della Cooperativa sociale E.T.I.C.A. per l’attivazione di percorsi di cura per ragazze vittime di maltrattamenti e abbandono.

Grazie all’esperienza ventennale della cooperativa, attraverso l’efficiente lavoro sul campo degli educatori, si è riscontrato che sono molto frequenti i disturbi fisici e psicologici delle ragazze vittime di maltrattamenti infantili, le cui tracce dei danni provocati permangono nel tempo, incidendo sulla loro salute psicofisica.

Da qui, la necessità di affrontare i disturbi riscontrati attraverso appositi percorsi di cura che tengano conto dell’origine traumatica delle patologie e che mettano in rete l’aspetto medico e quello educativo, così da migliorare l’efficienza e l’efficacia delle cure somministrate.

Il percorso per ogni ragazza prevede la valutazione integrata medico-educativa dei singoli casi, l’accompagnamento da parte degli educatori alla realizzazione dei percorsi diagnostici e di cura, la costruzione di un fascicolo anamnestico dei trattamenti per ogni ragazza, l’attivazione della compliance con le destinatarie delle cure attraverso un miglioramento della comunicazione.

Il progetto “Mi prendo cura di te” di E.T.I.C.A. al momento ha bisogno del supporto degli utenti del web attraverso la piattaforma Aviva Community Fund. Attraverso questo link è possibile accedere alla scheda del progetto e supportarla votandola con il proprio profilo Facebook o registrandosi alla piattaforma. C’è tempo ancora fino al 29 marzo.

Leggi anche