Melito, votato dal Consiglio comunale il rendiconto di bilancio



melito

Melito, il Consiglio comunale si è riunito ieri pomeriggio per votare il rendiconto di bilancio, da documento economico-finanziario emerge un avanzo di 4 milioni e la riduzione delle spese

Tra comunali e regionali c’è chi lavora nel suo paese e nel suo comune cercando di fare il bene dei cittadini. Ci sono sempre un’opposizione e una maggioranza che collaborano, o almeno ci provano, per il bene, sempre, dei loro elettori.

Ieri pomeriggio il consiglio comunale di Melito si è riunito in una seconda convocazione per discutere in materia di bilancio e ambiente. Oggetto della riunione era il rendiconto di gestione dell’esercizio 2014 (parere favorevole dei revisori che hanno sancito la bontà dei conti comunali), che visto il voto favorevole della maggioranza e l’astensione dell’opposizione.

MelitoVincenzo Carpentieri, attuale sindaco di Melito che detiene la delega momentaneo al bilancio in attesa di sciogliere il cavillo post-Piccirillo, ha riferito che la la relazione dei revisori contabili andrebbe a confermare l’attenzione della sua amministrazione sulla gestione delle risorse del comune. A quanto pare l’avanzo di gestione sarebbe di circa 4 milioni di euro solo nell’esercizio del 2014, e quindi consente di concedere, almeno, un po’ di respiro allo stesso comune di Melito. Poi, secondo quanto emerge dal documento stilato dai revisori, c’è una minore incidenza (sulle casse comunali), dei costi del personali e dei debiti fuori bilancio, derivate da sentenze passate in giudicato. Il Sindaco di Melito, poi, avrebbe annunciato nuove misure stringenti per ridurre il tasso, molto alto, di evasione che si registra nella cittadina della periferia Nord di Napoli, per cui sarà posto un freno all’offerta di servizi essenziali alla collettività.

MelitoDestino non diverso per la modifica del regolamento in ambito di istituzione del servizio di vigilanza comunale per la difesa dell’ambiente del territorio e della figura dell’ispettore ambientale volontario. L’assessore Mastropasqua, in un periodo difficile per quello che concerne il fronte della raccolta differenziata, ha sottoposto al voto dell’intero consiglio comunale una variazione del suddetto regolamento. Lo stesso assessore ha affermato che lo scopo è di rendere meno selettivi i parametri per l’accesso al corpo delle guardie ambientali, passando dal requisito minimo del diploma di scuola media superiore a licenze scolastiche anche inferiori.

melitoUn altro punto di discussione dell’ordine del giorno è stato anche la possibilità di aprire un dibattito fra maggioranza e opposizione. Da un lato il capogruppo del Pd, Angela Guarino, ha proposto di continuare sulla strada già tracciata, dall’altro, il consigliere di Forza Italia, Marco Ponticiello, ha invogliato la maggioranza a prestare attenzione in alcune strade periferiche dove l’inefficienza del servizio, unito alle cattive abitudini dei cittadini, contribuisce al far sì che si verifichino situazioni igienico-sanitari insostenibile. Il tutto è stato sottoposto al voto del consiglio e il provvedimento è passato all’unanimità.

Leggi anche