M5S, dimissioni Luigi Di Maio: oggi l’addio del capo politico



Luigi Di Maio

Caos Movimento 5 Stelle, oggi Luigi Di Maio si dimetterà da capo politico della creatura di Beppe Grillo ma resta Ministro

Di Maio, M5S in pieno caos: dissapori, divisioni la creatura di Beppe Grillo si ritrova allo sbando organizzativo più totale.

L’ultimo “colpo di grazia” alla leadership di Luigi Di Maio, la gestione dell’elezioni suplettive nel collegio senatoriale di Napoli dopo la morte lo scorso agosto del senatore pentastellato il Prof. Ortolani.

La corrente ben radicata nella città di Napoli che fa capo al Presidente della Camera Roberto Fico, auspicava una convergenza con il PD e Dema su un nome unitario come poteva essere anche quello dell’attuale candidato del centrosinistra, Sandro Ruotolo.

La strada delle parlamentarie intrapresa dal capo politico e la vittoria del fedelissimo Luigi Napolitano, hanno definitivamente logorato la leadership romana di Luigi Di Maio costretto a dimettersi dalla guida del M5S per evitare ulteriori emorragie di parlamentari grillini che metterebbero in serio rischio la tenuta del governo Conte.

Quella delle elezioni suppletive non è una vicenda di poco conto: una eventuale vittoria del centrodestra che candida il consigliere comunale Guangi, priverebbe la maggioranza di governo, già risicata al senato, di un altro voto fondamentale per la tenuta dello stesso.

Di Maio quindi lascia: si dimetterà da capo politico ma non da Ministro degli Esteri del governo Conte a cui giura fedeltà incondizionata.

Seguici su Facebook e resta aggiornato con NAPOLIZON (clicca qui).

Leggi anche