La “Panda”, protagonista di furti d’auto. Arrestati rapinatori seriali



Panda furti

Arrestati rapinatori seriali di Panda: 34 le auto rubate nell’ultimo periodo

La “Panda”, l’auto più rubata del momento. Dietro a questi furti si nascondevano dei rapinatori seriali, dei veri e propri professionisti, ovvero due napoletani di 30 e 45 anni, arrestati ieri dai carabinieri di Avellino. L’indagine riguarda i trentaquattro furti eseguiti per lo più nel 2017.

Come riporta “Ottopagine.it”, il sistema adoperato era sempre lo stesso. I due napoletani arrivavano sul posto con un’auto “pulita”, spesso una Panda azzurra intestata a terzi e con una targa contraffatta. Individuata l’auto da rubare, procedevano a forzare con un cacciavite la portiera anteriore, per poi collegare la centralina di avviamento del motore con il sistema elettronico di blocco d’accensione e procedendo, infine, con la disinstallazione dell’allarme e del localizzatore GPS. Operazioni che duravano appena tre minuti. Gli investigatori, però, grazie al sistema della “control room” con cui riescono a risalire alle targhe contraffatte, sono riusciti ad intercettare i rapinatori. Questi, quasi sicuramente, si sarebbero venduti l’autovettura chissà dove.

Le auto più rubate in Italia si confermano le utilitarie, in particolar modo proprio la Fiat Panda e Fiat Punto, forse per l’alta diffusione di questi modelli e per la facilità di immissione di pezzi di ricambio sul mercato. Insomma, pochi rischi e un guadagno sicuro, che potrebbe essere forse evitato cambiando il sistema di sicurezza delle auto odierne.

Potrebbe interessarti anche: https://napoli.zon.it/furti-di-ruote-dauto-una/

Leggi anche