Acerra, non solo terra dei fuochi grazie al liceo Munari

Acerra

Acerra, comune purtroppo noto alle cronache tra quelli della c.d. Terra dei Fuochi, è tra quelli che annovera tra le sue scuole il Liceo musicale B. Munari impegnato nel progetto della Città Metropolitana i “luoghi della musica”

Il Liceo Bruno Munari di Acerra è tra quelle istituzioni scolastiche pubbliche che annovera tra i suoi corsi anche quello musicale da 3 anni.

L’Istituto ha registrato un buon successo nelle sue attività e in special modo in quelle musicali. Attualmente gli alunni che frequentano le classi musicali sono ben 80 e ci sono molte richieste di iscrizione per il prossimo anno scolastico che hanno costretto l’istituto a chiudere le iscrizioni.
I ragazzi che frequentano il corso svolgono le loro lezioni la mattina, come da piano previsto per i licei, e due pomeriggi a settimana si dedicano agli strumenti, 2 per ogni alunno.

Il Liceo B. Munari

Il liceo Munari è tra quegli Istituti che partecipano al progetto “I licei musicali e coreutici nei luoghi della musica”, su iniziativa della Città Metropolitana di Napoli.

Il progetto vede i licei di Torre Annunziata, Pompei, C.mmare di Stabia, Palma Campania, Sant’Antimo e Napoli impegnati in alcuni spettacoli, ad ingresso libero, presso il Teatro Trianon Viviani.

Gli appuntamenti

Vari gli appuntamenti tra maggio e giugno e la previsione di altri incontri a settembre in varie location tipiche dei comuni del Parco Nazionale del Vesuvio.
Il Liceo Musicale Munari sarà presente il 28 maggio per l’esibizione dei suoi ragazzi al Teatro Trianon Viaviani.
luoghi della musica

Il Prof. Antonio Auricchio da noi sentito in merito ci ha riferito che “l’iniziativa è una novità, anche perché Napoli e la regione Campania hanno un record nazionale di presenze di Licei musicali motivo per cui si pensato di sviluppare questo progetto” prosegue riferendoci “idea sostenuta dal Sindaco De Magistris e dal Consigliere Michele Maddaloni”.

Alla nostra domanda perché l’iniziativa, il Prof. Auricchio ci ha risposto: “mettere insieme i vari licei musicali significa mettere insieme le molteplici risorse artistiche presenti, che si possono confrontare anche per conoscere le diverse esecuzioni ed interpretazioni che ognuno può dare di uno stesso brano” e poi aggiunge “questo è un momento di crescita, ha una valenza formativa e culturale che diversamente non ci sarebbe”.
Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libero e si svolgeranno a partire dalle ore 19 presso il Teatro Trianon Viviani P.za Calenda a Napoli.