Incendi terra dei fuochi: in azione stazione mobile di monitoraggio



incendi

Sarà messa a disposizione dei comuni di Qualiano, Villaricca e Giugliano per il monitoraggio dell’aria in seguito all’escalation di incendi

Contro gli incendi nella terra dei fuochi: L’Arpac ha messo a disposizione, su richiesta dei comuni di Giugliano, Villaricca e Qualiano una stazione di monitoraggio dei parametri ambientali a causa dell’escalation di incendi nei pressi dei centri di stoccaggio dei rifiuti.

Come si legge infatti dalla pagina facebook del sindaco di Giugliano Poziello:

“Su richiesta dei Comuni di Giugliano in Campania, di Villaricca e di Qualiano, l’ARPAC – Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania – invierà nella zona a confine tra i tre comuni una stazione mobile per il monitoraggio dei parametri ambientali, che potrebbero risultare seriamente compromessi dagli incendi sviluppatisi, nei giorni scorsi, nei loro territori.

Per il posizionamento della stazione mobile, si sono acquisite, preventivamente, interpellandone i Dirigenti, le disponibilità di alcune scuole presenti nella zona.

Dopodichè, i tecnici dell’ARPAC, di concerto con i rappresentanti delle Amministrazioni comunali (il ViceSindaco Pianese per il Comune di Giugliano, e i Sindaci De Leonardis e Punzo, rispettivamente, per i Comuni di Qualiano e Villaricca), individueranno il sito più idoneo, dal punto di vista tecnico e logistico, per il posizionamento e lo stazionamento del laboratorio mobile.

Alla luce delle direzioni secondo quali spirano i venti dominanti in questo particolare periodo dell’anno, per misurare gli effetti dell’incendio della discarica Alma di Villaricca, la scelta è ricaduta sulla scuola Secondaria di I Grado Salvatore Di Guacimo, posta via Benedetto Croce, nel territorio comunale di Qualiano.

Le centraline stanno poi spostate in funzione dei venti.”

Le parole del sindaco di Giugliano

Soddisfatto il Sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, che afferma:

“la collaborazione istituzionale che questa Amministrazione ha da tempo avviata con l’ARPAC al fine di consentire un adeguato monitoraggio delle matrici ambientali presenti sul nostro territorio comunale e, più in generale, nell’intera Area Giuglianese, è un elemento di garanzia per i cittadino giustamente allarmati dopo i recenti avvenimenti ed in considerazione degli incendi che funestano questa terra”.

Leggi anche: La “resurrezione” della Resit

Leggi anche