Giugliano, vigili urbani aggrediti da baby gang: è giro di vite



Scoperta discarica

Gli agenti di Polizia del commissariato di Giugliano stanno svolgendo una lunga serie di perquisizioni e indagini per trovare i colpevoli dell’aggressione a quattro vigili urbani, avvenuta il 20 settembre

Giugliano sta vivendo giorni concitati. Dopo l’aggressione ai quattro vigili urbani avvenuta nel pomeriggio di domenica 20 settembre ad opera di una baby gang locale è cominciato un giro di vite, una caccia al ladro (o all’aggressore, in questo caso) che si spera possa portare presto all’identificazione dei colpevoli.

Giugliano è un crocevia di controlli e perquisizioni: da parte della Municipale, che è scesa in strada in massa, e della Polizia, che ha creato posti di blocco in vari punti del centro cittadino. Durante i controlli sono stati fermati due ragazzi, trovati in possesso di mazze da baseball e pistole giocattolo. Gli agenti del locale commissariato di polizia, diretti dal primo dirigente, Pasquale Trocino, stanno eseguendo alcune perquisizioni nel centro cittadino, a seguito delle quali un ragazzo, e la sua famiglia, sono stati portati in commissariato per l’identificazione. Pare che nelle loro abitazioni siano stati trovati alcuni oggetti contundenti e mazze da baseball. E’ possibile il giovane abbia preso parte all’aggressione.

L’evento che ha fatto scoppiare l’ira di cittadini e forza dell’ordine si è verificato domenica, in via Roma, una delle arterie principali della città di Giugliano, dove quattro agenti della polizia municipale sono stati aggrediti da un gruppo di ragazzini. Prima verbalmente, poi con la violenza fisica, soccorsi da altri dieci ragazzini venuti in loro aiuto. Un’agente della polizia municipale è finita in ospedale perché negli attimi concitati sarebbe caduta al suolo e avrebbe accusato dolori a un braccio.

Il Sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, ha espresso il suo stupore per l’accaduto con un post sulla sua pagina fb, dove definisce anche imperdonabile l’atteggiamento di tutte le “brave persone” che al momento dell’aggressione erano presenti ma non hanno fatto nulla per soccorrere i vigili urbani aggrediti: “L’aggressione ai nostri vigili non è tollerabile. Non è perdonabile. Ma è di una gravità estrema anche l’atteggiamento delle “brave persone”, quelle che nella migliore ipotesi stavano a guardare. Poi c’erano gli altri, quelli intervenuti a salvare gli aggressori dall’arresto. Stasera sono orgoglioso di poche cose. Una di queste sono quei vigili poco considerati, sempre accusati e stasera aggrediti. A loro va il mio ringraziamento e quello di tutta la città. Quella che non è orgogliosa di quella gentaglia che era giù Via Roma”, si legge sul profilo social del primo cittadino.

Leggi anche