Giugliano, rimosse 50 tonnellate di rifiuti abusivi dalle strade



giugliano

Molte segnalazioni si erano avute in questi giorni per alcune strade di periferia della zona costiera di Giugliano

Molte segnalazioni si erano avute in questi giorni per alcune strade di periferia della zona costiera di Giugliano. Dopo alcuni sopralluoghi fatti dall’assessore Rimoli coadiuvato dall’ufficio Ambiente e la Teknoservice, è avvenuta con successo la prima rimozione di rifiuti presenti in Via Vicinale Recapito, Via Gelsi e alla Pacchianella.

In più, c’è da dire, che la Pacchianella resta comunque un’area sotto sequestro giudiziario ed il canale a causa del quale c’è un’ordinanza a carico del Consorzio di Bonifica e Regione per la quale sarebbe pendente un ricordo effettuato al Consiglio di Stato

Non è indifferente, però, lo sforzo messo in atto dall’Amministrazione comunale di Giugliano. Da un lato si vanno a intensificare i controllo sull’abbandono dei rifiuti per poi identificare chi è l’autore di questo smaltimento illegale, dall’altro si sta cercando di “bonificare” le strade di periferia che da sempre sono oggetto di sversamenti abusivi.

Ottimo lavoro nelle ultime 48 ore in cui è stato possibile rimuovere circa 50 tonnellate di rifiuti ingombranti e misti dalle campagne nei pressi della zona costiera.

Tramite un comunicato stampa l’Assessore Rimoli spiega:  “Credo sia la prima volta che in questa città e,soprattutto in zona costiera, si assista ad uno sforzo simile per prevenire i roghi e bonificare le periferie”.

Conclude il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello: “L’impegno sull’ambiente non va in ferie. Abbiamo intensificato i controlli e stiamo ripulendo le periferie. È indispensabile però la collaborazione dei cittadini, che debbono fare la propria parte differenziando i rifiuti sicuramente, ma anche reagendo contro chi ci avvelena. Non si può tollerare che le nostre campagne divengano discariche ed inceneritori a cielo aperto. Occorre denunciare i farabutti”.

Leggi anche