Giugliano, gravi offese rivolte al sindaco: “Cosa alleviamo? Campioni o bulli?”

Giugliano, sindaco

Insulti sui social al sindaco di Giugliano per non aver chiuso gli istituti scolastici nel giorno di allerta meteo

Tanti sono stati i commenti a dir poco sgraditi verso il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello. Frasi inaccettabili verso il primo cittadino per non aver chiuso le scuole nel giorno in cui risultava un’allerta meteo su tutta la Campania. Ma tanti sono stati i comuni che non hanno ritenuto necessario la chiusura degli istituti scolastici.

Ciò però non giustifica il comportamento dei bulli da tastiera, che si sono accaniti ferocemente a causa di questa decisione da lui presa. Il sindaco, sconvolto dai commenti che lo riguardavano, ha così pubblicato un post in cui esprimeva tutta la sua amarezza nei confronti di chi voleva perdere una giornata di scuola con la scusa del maltempo: “Cosa alleviamo? Vien da chiederselo. Campioni o bulli?
Se ragazzini delle scuole medie o superiori danno sfoggio di tal eloquio immaginifico perché arsi dal desiderio di saltare una giornata di scuola con la scusa del maltempo, non possiamo liquidare la cosa come semplice ragazzata. Non sono innocenti commenti. C’è da credere che verso i loro coetanei tale violenza verbale possa raggiungere livelli ancora più preoccupanti. Quel che è certo è che le scuole e le famiglie non ci fanno una bella figura, anzi. Se questi sono i cittadini di domani, abbiamo perso in partenza” 

Vi lasciamo al link dei commenti offensivi e minacciosi che erano rivolti al sindaco: https://www.facebook.com/poziellosindaco/photos/pcb.3192689820804881/3192701280803735/?type=3&theater