Giornata Internazionale della Guida Turistica



Piazza Plebiscito - Maratona Telethon

Domenica 21 febbraio 2016 ricorre la XXVII Giornata Internazionale della Guida Turistica. L’iniziativa è patrocinata dalla World Federation of Tourist Guide Associations e promossa da ANGT (Associazione Italiana Guide Turistiche).

 Domenica 21 febbraio 2016, è la Giornata Internazionale della Guida Turistica. L’obbiettivo è quello di far luce sul patrimonio storico culturale del nostro paese e di sottolineare la professionalità delle guide turistiche impegnate quotidianamente con i visitatori che giungono da tutto il mondo.

In ogni regione sarà possibile visitare luoghi di incredibile bellezza tramite percorsi guidati a cui si può accedere gratuitamente o, se previsto, con una piccola quota d’ingresso. Ogni visita necessita di una prenotazione e prevede un luogo e un orario d’appuntamento.Scavi-di-Pompei-a-numero-chiuso

Sul territorio napoletano i cittadini potranno optare per una visita al Palazzo Reale (per info 3393935863) o a Castel dell’Ovo, proseguendo per la riviera di Chiaia con sosta al museo del Duca Pignatelli Cortes (per info 3463344692). Sarà possibile rintracciare tratti di cultura ebraica visitando la Sinagoga, dove risulta necessario un documento di riconoscimento. Si potranno visitare inoltre i tesori di Capodimonte, la pinacoteca e gli appartamenti reali (per info 3473584516). Si apriranno ai turisti  i vicoli del centro antico, con la chiesa di San Domenico Maggiore e il Duomo. O ancora Maschio Angioino e museo archeologico (per info 3298489445).

Interessanti eventi coinvolgeranno anche altre città campane come Bacoli, dove si potrà assistere alla tammorra nei pressi della suggestiva Piscina Mirabilis (per info 3394195725). O Pozzuoli con la sua Cattedrale e l’Anfiteatro Flavio. Per gli appassionati di scavi dal fascino intramontabile non possono mancare Ercolano (per info 333971717) e l’antica Pompei (per info 3492929125), con un itinerario ludico-didattico per famiglie.

 

Per ulteriori informazioni ed eventuali prenotazioni è possibile recuperare i contatti dai siti web dei singoli monumenti.

Leggi anche