Fridays for Future: seconda giornata di manifestazione per l’ambiente



Ambiente

Ambiente: nuova manifestazione per la tutela della natura da parte del movimento studentesco Fridays for Future di Napoli e provincia

Ambiente e tutela del proprio futuro.

Questo è il motivo del secondo sciopero globale del clima da parte del movimento Fridays for Future di Napoli assieme a quello di Pomigliano d’Arco, Marcianise, Scafati.

Oggi, diversi ragazzi si sono incontrati a Piazza Garibaldi alle ore 9 per iniziare la seconda giornata di protesta per difendere il nostro pianeta.

Il corteo, dopo esseri compattato, ha raggiunto la stazione di Porta Nolana, percorrendo Via Marina.

Tra le azioni più criticate del corteo abbiamo avuto l’ingresso improvviso e “simbolico” di un gruppo di ragazzi in un punto vendita dell’ENEL. Tale azione ha scosso preoccupazione negli altri partecipanti. Il motivo è del tutto “simbolico”, si tratta di denunciare una “ditta” che, stando ad alcuni organizzatori, produce inquinamento è influisce nella difficile situazione politica in Libia.

Il corteo si è diretto a Piazza del Municipio, dove si è sciolto alle ore 13.00.

Simbolo della manifestazione sono i cartelloni e gli striscioni realizzati dai ragazzi molti dei quali in dialetto o con rimandi alla cultura pop.

“La fine della Terra sarà deludente come la fine di Games of Thrones” oppure “Il Titanic non avrebbe avuto problemi nel 2019″ in riferimento a serie televisive e film.

Non mancano scritte del genere “Puort rispett p’a’ mamm”, “Don’t abuse our planet”, “Gioventù bruciata su un pianeta che scotta”.

Anche i social network hanno giocato un ruolo fondamentale in questa manifestazione, infatti l’associazione Fridays for Future Napoli ha condiviso le instagram stories dei ragazzi partecipanti.

Alla manifestazione non sono mancate le polemiche e le perplessità, tra possibili tafferugli per possibili manifestanti violenti oppure le critiche di alcuni adulti.

Leggi anche