Follia al Cardarelli, subbuglio al reparto chirurgia

Follia dei parenti di un paziente che sfasciano e mettono in subbuglio un intero reparto del Cardarelli a Napoli. Increduli i pazienti e i medici di turno

Quando la ragione parte è difficile trovare un senso alla folle aggressione avvenuta nel week-end all’ospedale Cardarelli di Napoli, nel reparto di prima chirurgia a cui vertice c’è il prof G. De Sena, da parte di un cospicuo gruppo di parenti di un paziente; entrati in ospedale hanno richiesto insistentemente di vedere il medico cui sono state attribuite la cure del paziente a loro caro, che però in quel giorno era assente perché non di turno.Follia

Poco dopo, si è presentato, fatta richiesta di queste persone, il medico di guardia del padiglione che ha spiegato loro le condizioni del consangunieo. Pronta è stata la risposta di questi individui che di primo acchitto hanno iniziato a creare scompigli all’intero reparto, davanti agli occhi diffidenti dei presenti (pazienti e infermieri\medici in servizio).

I Cobas insorgono dichiarando  “Se per caso quei parenti fossero stati armati, cosa sarebbe accaduto? folliaUna strage? Ora i parenti del paziente dovrebbero pagare per ciò che hanno fatto, mentre probabilmente non saranno neppure denunciate. Quest’azienda sembra non trovare pace, comportamenti simili sono inaccettabili!”