Fase 2, Palazzo Chigi: “i congiunti sono anche i fidanzati”

fase 2, coronavirus

Fase 2: da Palazzo Chigi giungono chiarimenti per quanto riguarda i cosiddetti congiunti: “sono anche fidanzati e affetti stabili”

A seguito della conferenza stampa di ieri sulla fase 2, che aveva suscitato dubbi per quanto riguarda la sfera dei congiunti, da Palazzo Chigi arrivano chiarimenti sulla questione. Per congiunti si intende, quindi: “parenti e affini, coniuge, conviventi, fidanzati stabili, affetti stabili”.

Dal quattro maggio, dunque, sarà possibile non solo fare visita a figli, genitori, nonni e zii ma anche alle persone al di fuori della sfera familiare e a cui si è legati da una relazione affettiva stabile, in ogni caso nel rispetto delle norme di sicurezza e quindi, indossando una mascherina e mantenendo la distanza di un metro l’uno dall’altro. 

Il nuovo DPCM ha suscitato perplessità in tutta Italia. L’avvocatessa Cathy La Torre, che si è posta in prima linea con una campagna per chiarimenti sul nuovo decreto, commenta così le ultime dichiarazioni di Palazzo Chigi: “E allora perché fare riferimento ai congiunti, senza precisare se si intenda per congiunti solo quelli legati da una parentela giuridicamente definita tale o anche gli affetti e i congiunti legati da rapporti di diversa natura? Perché sono milioni le relazioni che non si basano su legami di sangue, ma non per questo sono meno profonde e necessarie. Queste relazioni sono quelle che connettono isole, oggi come non mai distanti, e formano arcipelaghi. Si tratta di amori, amicizie fraterne e legami di cuore che questo decreto esclude in nome di un’idea di affetto basata sul certificato anagrafico”.

Rimangono vietati, ovviamente, gli assembramenti con assoluto divieto di “party privati familiari”, così chiamati dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa.

Seguici sulla nostra pagina Facebook per rimanere aggiornato sulle ultime notizie.