Ercolano, il coordinatore del Forum Giovani dà l’arrivederci



Forum giovani ercolano

Dopo due anni Alfredo Izzo dà il suo arrivederci al Forum Giovani di Ercolano. Continuerà ad esserne parte integrante

ERCOLANO – Sono passati ben cinque anni dal 2014, l’anno in cui Alfredo Izzo è entrato a far parte del Forum Giovani Ercolano. Anni di numerose iniziative – oltre cinquanta – che hanno visto coinvolti i giovani del nostro territorio, con l’obiettivo di migliorarlo e renderlo più vivibile. Ad oggi, dopo due anni di coordinamento, ha potuto dare le dimissioni essendo fiero dell’operato che è stato svolto.

Oltre alla partita del cuore, va ricordata l’iniziativa con Francesco Malavolta – fotografo noto – riguardante l’immigrazione. Abbiamo cercato aiuto da persone estranee al forum, che hanno dato una mano nell’organizzazione e nella divulgazione di temi sensibili. Questa iniziativa è stata molto importante. Vorrei che in futuro si riuscisse ad incrementare la partecipazione femminile. Le donne hanno una marcia in più per la sensibilizzazione e per il prendersi cura in quanto tale: spero che siano più attive sul territorio.” – dichiara Alfredo, parlando del suo operato in questi anni.

Il Forum è stato parte integrante della sua vita da studente di giurisprudenza, che lo ha visto crescere e laurearsi. Se anche si hanno prospettive di vita diverse, rimane comunque un punto di incontro apartitico, volto all’incrocio di pensieri e alla messa in comune delle idee.

Per il forum ci sarò sempre, ma non come coordinatore” – continua – “È giusto che chi ha già avuto questo ruolo cerchi di aiutare i nuovi ragazzi che vogliono cimentarsi in queste esperienze. Penso che il faro da seguire sia quello della gioventù attiva, formata, e soprattutto il rispetto per l’ambiente. Per me il forum è un luogo senza partiti politici, noi confrontiamo le nostre idee per un solo scopo: il futuro di Ercolano.

Sul turismo…

Con l’amministrazione del sindaco Ciro Buonajuto c’è stato un notevole incremento del turismo nella cittadina. L’amministrazione si è impegnata a valorizzare le bellezze che il territorio ha da offrire, tra gli scavi e le ville antiche.

Per quanto riguarda la mia città, voglio focalizzarmi sull’aspetto culturale – turistico. Bisogna continuare a creare nuove sinergie. È stata molto importante l’azione del direttore Francesco Sirano per gli Scavi di Ercolano e l’aiuto ragazzi della pro loco. Non tutti sanno che Ercolano ha istituito un collegamento con l’isola di Capri, attraverso l’investimento di un giovane imprenditore ercolanese che ha voluto creare una rete molto importante per noi.” – aggiunge Alfredo, parlando del turismo.

In questi ultimi anni ci sono stati molti investimenti sul territorio, come l’apertura di numerosi b&b o attività gastronomiche che hanno potuto migliorare l’aspetto economico e sociale della cittadina.

Ercolano non è più un dormitorio come era qualche anno fa. Bisogna continuare su questa strada affinché ci sia più copertura rispetto alle domande dei giovani disoccupati che possono impiegarsi attraverso il servizio terziario.” – continua.

Le periferie della città continuano ad avere problemi, come nella zona di San Vito, o l’inizio di via Benedetto Cozzolino. “C’è bisogno di un lavoro culturale e di insegnamento a larga parte della popolazione. Nella nostra città c’è molta voglia di emergere, anche se offuscata dalla rabbia. Noi siamo un popolo di serie A, ma per molto tempo ci siamo sentiti di serie B. Questa cosa deve cambiare.” – conclude.

 

 

Leggi anche