Easyjet abbandona Fiumicino e si sposta a Napoli

EasyJet
La Easyjet lascia Roma per trasferirsi a Napoli

“Lo scalo romano fornisce un’esperienza di viaggio povera”, secondo Easyjet, la compagnia low cost, che ora prevede un piano di crescita che porterà Napoli a diventare il suo Hub principale

La notizia è arrivata qualche giorno fa direttamente dal CDA della popolare compagnia low-cost britannica, la quale ha biasimato l’aeroporto Leonardo Da Vinci di Roma Fiumicino “per il livello eccessivo di crescita di capacità” dello scalo, “che rende negativa l’esperienza di viaggio dei passeggeri”.

Secondo la compagnia, infatti, “i livelli di puntualitàsoddisfazione dei clienti” sono stati messi in discussione a causa delle mancanze infrastrutturali dell’aeroporto romano, e per una chi fa della puntualità fa uno dei suoi cavalli di battaglia, la necessità di spostarsi è diventata primaria.

Previsto così un piano di rilancio che dal 2016 punterà a fare dell’aeroporto di Capodichino uno degli hub principali della compagnia, la quale baserà proprio a Napoli uno degli otto aerei della sua modernissima flotta, che comprende tra gli altri l’A319 e l’A320.

Dei 205 assistenti di volo e 70 piloti attualmente impiegati a Fiumicino, almeno il 70% sarà trasferito proprio a Capodichino, dove la compagnia ritiene di poter garantire un servizio migliore ai suoi passeggeri e garantirsi opportunità di crescita sostenibile di lungo periodo.

Grazie alla decisione di Easyjet, Napoli si avvia dunque a diventare un vero e proprio punto di riferimento per tutto il Mediterraneo e il vicino Oriente, mentre per Roma è prevista una smobilitazione che porterà la compagnia inglese a non avere più aeromobili ed equipaggi basati su Fiumicino.

Già dalla fine del 2015 è inoltre previsto l‘incremento dei voli da Napoli per la Francia, dove Easyjet ha uno dei suoi hub principali nella città di Lione: i voli sono già disponibili e prenotabili sul sito http://www.easyjet.com, anche se il primo di essi non prenderà il volo prima del prossimo autunno.

Per il momento, per coloro i quali non avessero ancora provveduto a prenotare le proprie vacanze estive, Easyjet fa notare di aver attivato quattro nuove destinazioni rispetto alla scorsa estate, tutte quante in partenza da Capodichino: si tratta di Spalato, Olbia, Atene oltre all’aeroporto londinese di Luton, nel Regno Unito.

Una buona notizia per lo scalo campano, nel quale, si spera, aumenteranno le assunzioni per un lavoro che, da sempre, è considerato come uno dei più affascinanti del mondo.

Rassicurazioni, comunque, per i lavoratori assunti a Fiumicino da parte della FIT-CISL la quale conferma che Easyjet continuerà ad investire in Italia e che lo spostamento degli equipaggi da  Roma a Napoli, oltreché a Venezia e Milano, é dettata anche dalla necessità di abbattere i costi e che comunque non sono previsti licenziamenti per gli assunti.