De Magistris lancia la sfida al Pd e al M5S

de magistris

Il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ormai al suo secondo mandato è stato molto chiaro avvisando l’intero mondo politico italiano che quello nato nel capoluogo campano è un movimento popolare senza confini

Il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ormai al suo secondo mandato è stato molto chiaro avvisando l’intero mondo politico italiano che quello nato nel capoluogo campano è un movimento popolare senza confini.

La sua sarebbe l’esperienza più a sinistra in tutto lo stivale ma è riuscito anche ad andare oltre questo dogma. Infatti i numeri parlano chiaro. Alle ultime elezioni il Sindaco di Napoli ha preso sia voti dai 5 stelle che dai conservatori, così dagli elettori di destra molto legati alla tematica del sud e della legalità.

L’idea è di costruire un movimento del tutto popolare in grado supportare in maniera efficacie la liberazione dei territori. In molti l’ha definita un’etichetta del Novecento ma lui preferisce dissociarsi da questo commento.

Anzi De Magistris sembra avere intenzione di presentarsi alle prossime elezioni politiche con un movimento del tutto nuovo e che potrebbe andare ad occupare quell’ampio spazio che, in questo preciso momento storico, è presente tra Pd e Movimento 5 Stelle.

Il Sindaco di Napoli è pienamente convinto di poter replicare quando ottenuto a Napoli anche sul territorio Nazionale. Del resto quello di De Magistris è un movimento autonomo e che possiede una sua personalità politica. A Napoli è stato piegato il Pd, partito del governo nazionale, battuto per la seconda volta il centrodestra e annientato il Movimento 5 Stelle. Questo è un dato importante: a Napoli questo sentimento ha una sua forza politica.

De Magistris “attacca” Renzi

Infine lo stesso De Magistris “attacca” il presidente del Consiglio Matteo Renzi. A quanto pare, secondo la testimonianza del Sindaco di Napoli, sono due anni che chiederebbe un incontro ma Renzi si farebbe “negare”.

Infine, l’ex sindaco di Firenze, avrebbe chiamato lo stesso De Magistris subito dopo le elezioni amministrative. La promessa? L’incontro sarebbe stato messo in calendario ma intanto “Gigino” non l’ha ancora visto. Secondo il sindaco napoletano solo incontrando il governo si potrebbe iniziare a trovare qualche soluzione a questioni serie come quelle di Bagnoli.