De Luca sul problema rifiuti: “Basta ideologismi”

De Luca
Foto Corriere

Vincenzo De Luca è intervenuto sulla questione rifiuti: “Giugliano è stata già sovraccaricata di problemi. Ma siamo in emergenza e si deve trovare una soluzione. Basta ideologismi”

Da alcune settimane si ripresenta lo spettro dell’emergenza rifiuti. Un fantasma con cui la Campania e Napoli nello specifico hanno già fatto i conti in passato. Il problema più grande è rappresentato dalla saturazione degli Stir, gli impianti di tritovagliatura di Caivano, Giugliano e Tufino, a cui ha contribuito il rallentamento dell’invio dei Rifiuti fuori Regione. Molte gare sono andate deserte, da cui il fermo delle navi. Ciò in concomitanza con un altro fermo, quello di una delle linee del termovalorizzatore di Acerra per lavori programmati. La conseguenza è il rallentamento della raccolta urbana, per cui la soluzione sta nell’allestire siti di stoccaggio provvisori. Il Governatore De Luca ha chiarito ieri la sua posizione.

“L’obiettivo irrinunciabile è non avere in Campania rifiuti per strada ha dichiarato il Presidente della Regione. “Giugliano è stata già sovraccaricata di problemi. È chiaro che va compreso il problema che viene da alcuni territori, ma sempre sulla base della ragione”. Ragione che si traduce in una scelta forzata: “Se c’è un sito che è a 7 o 10 chilometri da un centro abitato, lì si fa l’impianto di stoccaggio provvisorio. L’obiettivo irrinunciabile è non avere rifiuti per strada, perché se ricominciamo con i rifiuti per strada ce ne andiamo a Mare, Giugliano, Napoli, Salerno, Caserta e Avellino”.

Trovare una soluzione con i comuni

De Luca precisa, inoltre, che la soluzione va trovata attraverso la collaborazione con i comuni: “Negli Enti d’ambito sono rappresentati i comuni e quella è la sede migliore per valutare territorio per territorio qual è la scelta migliore e più rispettosa nei confronti delle sofferenze che hanno avuto i singoli comuni”. Poi aggiunge: “Quando la Regione ha deciso di non fare altri termovalorizzatori aveva in mente esattamente Giugliano e realtà come Giugliano”.

Giugliano è un territorio vasto. E i grandi comuni si candidano spesso ad ospitare siti di stoccaggio. “Giugliano si estende su novanta chilometri quadrati e c’è la tendenza a usare molto comuni più grandi”.

È necessaria dunque una soluzione concreta: “Gli Enti d’ambito si devono riunire con tutti i sindaci presenti. Ognuno esprima la sua posizione. Ma poi una soluzione va trovata.

Un problema “ridicolo”

Il Governatore si sofferma, infine, sulla portata minima del problema e la sua percezione: “È un problema ridicolo in un Paese serio. 80.000 tonnellate da stoccare per 3 mesi sono un problema ridicolo”. Chiude con l’invito alla concretezza e a fare a meno degli ideologismi: “Bisogna farla finita con gli ideologismi e fare le persone serie”.

Si aspettano soluzioni rapide e che, auspicabilmente, non danneggino la salute delle persone e dei territori. Con la speranza che nessun cittadino prenda dannose iniziative, come accaduto qualche giorno fa a Marigliano.

 

Fonte dichiarazioni Teleclubitalia