26 Ottobre 2022

Covid omicron BQ1: la nuova variante di nome Cerberus

Covid omicron BQ1: Cerberus sarà la nuova protagonista della stagione fredda. Ennesima mutazione di Omicron

COVID OMICRON BQ1

COVID OMICRON BQ1-Si chiama Cerberus ed è la nuova protagonista della stagione fredda. Ennesima mutazione di Omicron. Sarà questa la variante di SARS-CoV-2 dominante in Italia e in Europa a partire già dal mese di Novembre.

Denominato scientificamente BQ.1, i Paesi con le percentuali di contagio più alte segnalate al momento sono Francia (19%), Belgio (9%), Irlanda (7%), Paesi Bassi (6%) e Italia (5%).

«I Paesi dovrebbero rimanere vigili riguardo i segnali di emergenza e diffusione di BQ.1 effettuando test rappresentativi. Importante anche continuare a monitorare i tassi di casi di COVID-19, in particolare nelle persone di età pari o superiore a 65 anni, inclusi indicatori di gravità come i ricoveri generici, quelli in terapia intensiva e i decessi», ha sottolineato Andrea Ammon, Direttore dell’ECDC.

La somministrazione del vaccino anti Covid-19 riguardo al ciclo primario e alla prima dose di richiamo nelle popolazioni che devono ancora riceverli rimane una priorità. Tuttavia, saranno necessarie dosi di richiamo aggiuntive per quei gruppi più a rischio di malattie gravi. Ad esempio gli adulti di età superiore ai 60 anni, gli individui immunocompromessi, quelli con condizioni patologiche di base e le donne in gravidanza.

Covid omicron BQ1: è pericolosa?

Studi preliminari di laboratorio in Asia indicano che Cerberus ha la capacità di eludere considerevolmente la risposta del sistema immunitario. Tuttavia, non ci sono prove che BQ.1 sia associata a una maggiore gravità dell’infezione rispetto alle varianti circolanti di Omicron BA.4 e BA.5.

Poiché ricade sempre nella famiglia di Omicron, la nuova sottovariante non appare particolarmente differente dal virus attuale. Una differenza potrebbe tuttavia sorgere nella lotta degli anticorpi monoclonali del corpo umano, i quali potrebbero non riuscire più a bloccare il virus, a causa delle sempre nuove mutazioni.

I nuovi vaccini bivalenti di Moderna e Pfizer, attualmente in uso in Italia, offrono una protezione superiore e potenzialmente più duratura rispetto al monovalente. Non solo: gli anticorpi neutralizzanti vengono generati anche rispetto ai sotto lignaggi di Omicron. In altre parole, il vaccino bivalente funziona anche per sotto varianti come Centaurus e Cerberus. Un motivo in più per valutare la somministrazione della quarta dose con un vaccino aggiornato.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Tentata rapina al Rione Sanità: minorenne in manette