20 Aprile 2020

Coronavirus, il Ministero del Tesoro aumenta i bonus da 600 a 800 euro

Coronavirus

Coronavirus, il Ministero del Tesoro valuta la possibilità di aumentare il bonus tranne per alcuni redditi che superano i 35 mila euro

Con il prorogarsi dell’emergenza Coronavirus, il Ministero del Tesoro è intervenuto in favore dei cittadini in difficoltà economiche stanziando un bonus da 600 euro. Questo bonus è garantito per tutti i collaboratori, professionisti e gli aventi partita Iva.
Però negli ultimi giorni, il Ministero del Tesoro sta valutando di aumentare questo bonus da 600 a 800 euro tranne per alcuni redditi.
Difatti si prevede l’esclusione di coloro che hanno dichiarato un reddito al di sopra dei 35 mila euro nel 2018. Questa esclusione è dovuta alla mancanza di fondi per garantire l’aumento del bonus a tutti.

Tuttavia a questo aumento del bonus alcuni politici sono contrari. Infatti, come afferma blastingnews, il Partito Democratico spinge ad introdurre nuovi vincoli alla misura, mentre il Movimento Cinque Stelle non vuole apporre altri vincoli. Quindi per adesso l’unico vincolo imposto è il valore del reddito che non deve superare i 35 mila euro.

Nel frattempo l’unico ente che sta distribuendo i bonus ai cittadini è l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. L’INPS ha favorito più di 3 milioni di cittadini rispetto ai 4 milioni di domande in attivo. Anche altre Casse hanno provveduto all’erogazione, chi a scaglioni, come la Cassa forense, e chi ha versato subito l’intero importo, come la Enpam.
Tra coloro che hanno ricevuto il bonus rientrano anche chi ha dichiarato un reddito tra i 35-50 mila euro con sospensioni o perdite nella propria attività pari al 33% durante il primo trimestre dell’anno corrente.

Truffa dei bonus spesa, ecco come cercano di estorcere i codici

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.