Coronavirus Brusciano, il primo caso tornava da Bergamo

coronavirus brusciano
FOTO: in-cyprus.com

Coronavirus Brusciano, il primo caso tornava da Bergamo: l’uomo ha avuto contatti con la famiglia e non ha rispettato la quarantena.

CORONAVIRUS BRUSCIANO- Il primo contagio arriva anche nel paesino vesuviano di Brusciano. A dare la notizia agli abitanti è stato il sindaco Giuseppe Montanile, attraverso un video pubblicato su Facebook.

L’uomo tornava da Bergamo nella mattinata del 6 marzo. Il giorno precedente, spiega il sindaco, era stato intercettato lo spostamento e invitato rigorosamente il cittadino a restare a casa.

Purtroppo l’uomo non ha rispettato l’obbligo di isolamento ed è stato in contatto con circa 30 persone, le quali, sono state identificate e messe in quarantena su ordinanza dell’Asl e del sindaco Giuseppe Montanile.

È stato messo in allarme anche il comune vicino di Marigliano, con il quale ci sono stati dei contatti.

Il sindaco bruscianese lancia, inoltre, uno sfogo, ordinando nuovamente la cittadinanza ad essere responsabile, avere buonsenso e rispettare tutte le istituzioni.

La salvaguardia, la salute dei cittadini e l’assistenza è costantemente controllata, specie in questo momento drammatico.

Si attendo aggiornamenti.

Potrebbe interessarti anche: Il premier Giuseppe Conte vuole prolungare chiusura di attività e scuole. 

Resta sempre aggiornato per non perderti tutte le notizie: Cronaca, Politica, Eventi, Attualità, Sport, SSC NAPOLI, Cultura. (clicca qui)