Colli Aminei, rischio crollo: sgomberate 36 famiglie

colli aminei
NAPOLI, 27 DIC 2015 - L'incrocio tra viale Colli Aminei e via Nicolardi, chiuso al traffico dopo lo sgombero di un edificio.

Rischio crollo ai Colli Aminei. 36 le famiglie sgomberate da uno stabile in via Nicolardi 2 per la comparsa di crepe sulla facciata e negli appartamenti. Sono in corso i controlli dei tecnici fanno trapelare un cauto ottimismo. Il sindaco De Magistris ha rassicurato gli sgomberati sul massimo impegno del Comune

Sgomberate 36 famiglie da un edificio in via Nicolardi 2 in zona Colli Aminei. Si teme il crollo dello stabile per delle crepe comparse sia sulla facciata che negli appartamenti.

Dai primi controlli risulta che nelle ultime 24 ore le fenditure non si sarebbero allargate e le infiltrazioni d’acqua provocate dalla rottura di una conduttura si sarebbero arrestate allo strato superficiale del sottosuolo. Se le analisi saranno confermate sarà possibile la riapertura al traffico dell’incrocio Colli Aminei e via Nicolardi nel giro di 48-72 ore. Le famiglie al momento ospitate da parenti e amici attendono la conferma per ritornare nei loro appartamenti. Intanto il comune ha dato la disponibilità per accogliere in albergo chi avesse la necessità.

Sul luogo sono presenti le forze dell’ordine per controlli antisciacallaggio e per assistere chi ha avuto bisogno di prelevare medicinali e beni di prima necessità dall’edificio sgomberato.

Il dispositivo di traffico provvisorio varato per far fronte all’emergenza prevede che le vetture in discesa dalla zona ospedaliera siano deviate lungo via Nicolardi e rientrino in viale Colli Aminei da via Vecchia San Rocco. Le auto provenienti da Capodimonte devono percorrere viale Farnese e viale delle Porcellane. La linea R4 dell’Anm giungerà da Capodimonte fino all’incrocio chiuso, per poi tornare verso il centro; la navetta C64 collegherà il Cardarelli fino all’incrocio chiuso.

“Non siete soli”, ha rassicurato il sindaco Luigi de Magistris recatosi stamane sul luogo dello sgombero. Il primo cittadino ha avuto un colloquio con i tecnici e ha rassicurato gli abitanti dello stabile sul massimo impegno del Comune per accelerare i controlli tecnici.