15 Giugno 2022

Cloe Bianco, la prof transgender che si è suicidata dando fuoco al suo camper

cloe bianco

Cloe Bianco era una prof transgender, allontanata dall’insegnamento dopo il suo coming out. Viveva in un camper, luogo in cui si è suicidata appiccando un incendio

La scoperta risale allo scorso 11 giugno, quando lo scheletro di un camper divorato dalle fiamme, è strato trovato in provincia di Belluno, in un bosco tra Auronzo e Misurina. All’interno la vittima, Cloe Bianco, una ex insegnante transgender che era stata allontanata dall’insegnamento dopo il suo coming out, avvenuto sette anni fa. Bianco si è suicidata dopo anni di solitudine, nel suo blog una storia che è rimasta inascoltata.

“Il possibile d’una donna brutta è talmente stringente da far mancare il fiato, da togliere quasi tutta la vitalità. Si tratta d’esistere sempre sommessamente, nella penombra. In punta di piedi, sempre ai bordi della periferia sociale, dov’è difficile guardare in faccia la realtà. Io sono brutta, decisamente brutta, sono una donna transgenere. Sono un’offesa al mio genere, un’offesa al genere femminile. Non faccio neppure pietà, neppure questo”.

La 58enne originaria della provincia di Venezia (Marcon) ha deciso di togliersi la vita in quello che chiamava “la piccola casa a quattro ruote”. Prima, un annuncio sul blog, allegando una copia del testamento biologico e di quello olografo, lasciati accanto al suo corpo assieme al libro che aveva scritto sulla sua transizione. Cloe Bianco era stata prima sospesa dal lavoro per tre giorni, poi allontanata definitivamente dall’insegnamento. Per lei, da quel momento in poi, solo posti di lavoro nelle segreterie di vari istituti della provincia veneziana.

“Oggi la mia libera morte, così termina tutto ciò che mi riguarda”, è il titolo del post in cui ha annunciato di togliersi la vita. “In quest’ultimo giorno ho festeggiato con un pasto sfizioso e ottimi nettari di Bacco, gustando per l’ultima volta vini e cibi che mi piacciono. Questa semplice festa della fine della mia vita è stata accompagnata dall’ascolto di buona musica… Ciò è il modo più aulico per vivere al meglio la mia vita e concluderla con lo stesso stile. Qui finisce tutto”.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle ultime notizie di Cronaca, Esteri, Attualità, Sport, Cultura, Curiosità e Università seguici sulla nostra pagina Facebook Napoli ZON: CLICCA QUI. Oppure seguici sui nostri profili Twitter e Instagram per contenuti extra.

Potrebbe interessarti anche: “Donna uccisa a coltellate dal marito a Udine: presenti anche i figli”.