Choc in clinica, soffoca un altro paziente con l’ovatta



choc in clinica
Si ringrazia per l'immagine "InterNapoli"

Choc in clinica, arrestato un uomo di Afragola con problemi psichici per aver causato la morte di un altro paziente della struttura

Choc in clinica, soffoca un uomo con l’ovatta. Fermato dalla Polizia di Stato un uomo di Afragola, paziente in una clinica di San Leucio specializzata nel trattamento di disturbi psichiatrici.

L’uomo è stato accusato della morte di un altro paziente della struttura. Il fatto è accaduto due notti fa, ma solo ora è stata divulgata la notizia.

Secondo quanto emerso dalla ricostruzione dei fatti, i sanitari avrebbero soccorso la vittima, un uomo di Casandrino, in quanto presentava gravi difficoltà respiratorie. I medici, dopo aver estratto dalla bocca dell’uomo dell’ovatta, lo hanno portato all’ospedale di Caserta, dove il paziente è poi tragicamente deceduto.

Secondo quanto riporta il Mattino, i poliziotti, allertati dai sanitari, sono giunti sul posto ed hanno avviato le indagini. Subito sono riusciti ad individuare il responsabile del decesso, un altro paziente della clinica, e lo hanno fermato. Pare che il motivo scatenante della terribile vicenda sia stata una lite avvenuta tra i due uomini, entrambi di circa sessanta anni.

L’uomo è stato tratto in arresto, condotto al carcere di Santa Maria Capua Vetere e collocato nel reparto riservato a persone con disturbi psichici.

Leggi anche