Chiaia, uomo lega la sua compagna con un guinzaglio

Chiaia
Immagine da web

Gradoni di Chiaia, uomo lega la sua compagna con un guinzaglio per cani, gli agenti lo allontanano dall’ira dei passanti

Un episodio sconcertante, quello avvenuto questa mattina presso i Gradoni di Chiaia.

La Polizia Municipale di Napoli è dovuta intervenire, per arrestare e allontanare dall’ira dei passanti, un uomo che aveva legato al collo della sua fidanzata un guinzaglio per cani.

Giunti ai Gradoni, l’uomo in questione, ha raccontato gli agenti di aver legato la compagna perché vittima di uno svenimento causato da una carenza di ferro.

Naturalmente la giustificazione al suo comportamento non è stata affatto plausibile. Scatenando così la rabbia e la reazione delle persone che avevano assistito all’intera scena, e che inveivano contro l’uomo per la crudeltà e la violenza utilizzata contro la povera donna.

Quest’ ultima è stata immediatamente assistita dagli operatori del 118, e condotta all‘Ospedale Cardarelli.

Una volta rinvenuta, la giovane, ha confessato ai medici di essere stata più volte vittima delle violenze fisiche e psicologiche del compagno, a causa la sua eccessiva gelosia.

In questo ultimo episodio, ciò che aveva scaturito ancora una volta la sua ira, era stato l’annuncio della donna di voler finalmente lasciarlo e andare via di casa.

L’uomo l’ aveva così aggredita.                                                                                  Aveva tolto il guinzaglio al cane e legato al collo della donna, la quale, trascinata poi verso i Gradoni di Chiaia, è caduta a terra svenuta.

L’aggressore è stato così finalmente arrestato e condotto presso gli Uffici della Polizia Municipale, non prima di essere stato portato dagli stessi agenti in un vicino locale pubblico per proteggerlo dalla violenza dei passanti indignati.

Attualmente condannato ad 1 anno e 4 mesi di detenzione, insieme al divieto di avvicinamento alla sua ex compagna.

Quest’ultima, intanto, a causa delle violenze e dei traumi riportati, ha ricevuto una prognosi di 21 giorni.