Chat dell’orrore, indagato 28enne napoletano per detenzione di materiale pornografico



materiale pornografico

Detenzione e diffusione di materiale pornografico, maxi-blitz in tutta Italia. Tra gli indagati anche un 28 enne napoletano

Indagato un 28enne napoletano nella maxi inchiesta sulla pornografia coordinata dalla Procura di Genova, in collaborazione con la Procura di Brescia e la Polizia Postale. Il giovane partenopeo, indagato per detenzione di materiale pornografico, è stato raggiunto dalla Polizia Postale che ha effettuato una perquisizione domiciliare.

Secondo quanto riporta Ansa, nel Bresciano è stato effettuato anche un arresto. La Postale ha passato al setaccio lo smartphone di un 20enne e ha rinvenuto in una cartella nascosta circa 200 video che ritraggono bambini tra i 2 e i 12 anni.

L’inchiesta ha scoperchiato un terrificante “vaso di Pandora” sul fenomeno della detenzione e della diffusione di materiale pedopornografico. Complessivamente sono stati ritrovati 360 video e 160 foto pedopornografiche. Tra gli indagati risultano anche un 35enne di Roma, un giovane di Nuoro e uno di Sirmione.

Per il 20enne bresciano è stata anche richiesta la convalida dell’arresto.

Per rimanere aggiornato, seguici sulla nostra pagina Facebook Napoli.ZON: Cronaca, Politica, Attualità, Eventi, SSC NAPOLI, Cultura, Curiosità. CLICCA QUI.

Leggi anche